Sei mio figlio, sei mia figlia! La lettera di Luciana Littizzetto ai bambini adottati

Sei mio figlio, sei mia figlia, in ogni istante, di ogni minuto, di ogni ora della mia vita. E non potrei mai, di tutto il mondo dei mai, fare a meno di te

“Te, che non sei nato dalla mia pancia, ma dal mio cuore... te, che la vita è bastarda perché ti ha fatto nascere in un posto e rinascere in un altro e non hai potuto scegliere… nessuna delle due volte; te, che una mamma ce l’avevi, ma poi ne è arrivata un’altra, e adesso ne hai due…ed è un gran casino".

Inizia così la lettura di quella splendida e commovente lettera scritta di getto da chi ha scelto di diventare madre di "cuore", quella che ha imparato ad amare incondizionatamente pur in assenza di un legame di sangue. Inizia così la lettera di Luciana Littizzetto dedicata a tutte le mamme adottive.

Registrati a DiLei per continuare a leggere questo contenuto

Bastano pochi click (ed è totalmente gratuito)

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Sei mio figlio, sei mia figlia! La lettera di Luciana Littizzetto ai b...