Per dimenticare il dolore affidati a un albero: il metodo di Marina Abramović

Abbraccialo forte e stringilo. Mostra all'albero tutte le tue ferite così potrai guarire

Il suo nome è Marina Abramović e molti la conoscono come la “nonna della performace art”, come lei stessa ama definirsi. Un artista serba, naturalizzata statunitense, che della sua arte ne ha fatto una ragione di vita. Attiva fin dagli anni ’60, Marina non si limita a creare opere d’arte, il suo lavoro, infatti, esplora le relazioni umane, tra l’artista e il pubblico, e il contrasto tra i limiti del corpo e le infinite possibilità della mente.

Ed è proprio lei che ci insegna un metodo delicato, sensibile e a tratti romantico, per guarire l’anima e le ferite del cuore, che ancora una volta vede assoluta protagonista la natura. Del resto, sappiamo bene quanto questa possa beneficiare il nostro corpo e la mente. Sono tantissimi gli studi scientifici che confermano gli effetti guaritori della natura nei confronti dei corpi e delle anime affaticate.

Così ecco che quell’invito di Marina Abramović, di tenere stretto l’albero e metterci dentro il cuore, ci risulta quasi familiare. Secondo l’artista serva, infatti, abbracciare un albero, mostrare a lui le ferite, è un vero e proprio processo di guarigione interno.

L’Abramović ha iniziato a esplorare questo metodo in occasione di un viaggio in Amazzonia lasciandosi ispirare dalla vita e dalle tradizioni degli indigeni. A seguito della vista di una gigantesca sequoia e di una danza attorno a quell’esemplare, Marina ha potuto sperimentare in prima persona gli effetti di quella speciale connessione con Madre Natura.

Così ecco che è nato il suo esperimento, un esercizio delicato e quasi magico, che prende il nome di Complaining To The Tree, per curare le ferite dell’anima.

“Gli alberi sono come gli esseri umani – spiega Marina Abramović nel suo video Marina Abramovic Takes Over TVhanno intelligenza, hanno dei sentimenti, comunicano tra loro e, inoltre, sono ascoltatori perfettamente silenziosi. Puoi lamentarti con loro”.

Una riconnessione primordiale con la natura che affonda le origini nei suoi metodi comprovati, gli stessi che applica alle sue performance artistiche dove corpo e mente si incontrano e si scontrano. In questo preciso caso, però, c’è un nuovo e inedito elemento, quello della natura.

L’obiettivo è quello di entrare in contatto con un altro essere vivente, puro e autentico, come solo un albero sa essere, e lasciarsi andare per aprire il cuore, per mostrare le ferite e per ricevere un energia tutta nuova.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Per dimenticare il dolore affidati a un albero: il metodo di Marina Ab...