Ostriche, cozze e capesante: sapori sensuali che arrivano dal mare

Ricchi di proteine e poveri di grassi sono ideali anche per chi è attento alla linea e alle calorie

I frutti di mare sono una vera delizia per gli occhi e il palato, ottimi da gustare soli o accostati agli ingredienti più vari, in piatti semplici o elaborati che portano in tavola il profumo, il mistero e il sapore del mare.

Ricchi di proteine e poveri di grassi sono ideali anche per chi è attento alla linea e può gustare questi capolavori del mare in libertà: dalle vongole alle arselle, dalle cozze ai tartufi e ancora ostriche e capesante, mangiate tranquillamente le vostre conchiglie preferite.

Attenzione a usare soltanto molluschi di provenienza controllata e che arrivino da acque ben pulite. Non è il mollusco di per sè a essere nocivo, quanto le sostanze che è costretto a ingerire. Altrettanto importante è la freschezza, soprattutto per chi vuole gustare queste prelibatezze al naturale.

Molte conchiglie infatti esaltano il loro sapore se mangiate crude. Tra le più ambite e famose ci sono le ostriche, ottime con una semplice spruzzatina di limone; altrettanto buoni sono i cannolicchi o le più povere cozze, le vongole veraci o i sapidi tartufi.

Non tutti però apprezzano il gusto forte e intenso del mollusco crudo, bisogna essere amanti del mare, dei sapori forti e delle emozioni intense, bisogna avere anche un animo intrepido. Per tutti quelli che non se la sentono le sensuali e seduttive conchiglie posso essere tranquillamente mangiate cotte in una infinita e irresistibile varietà di ricette. Vi consigliamo una eccellente ricetta partenopea semplice, economica e dagli effetti dicono, inequivocabilmente afrodisiaci

IMPEPATA DI COZZE

Ingredienti: 3 Kg di cozze, 3 spicchi di aglio, olio d’oliva evo, pepe nero macinato fresco, pane casereccio tostato, prezzemolo

Preparazione: pulite le cozze con una spugnetta ruvida, lavatele molto bene sotto l’acqua corrente e levate il filo stopposo che c’è tra le due valve. In una casseruola fate rosolare nell’olio gli spicchi d’aglio e poi versate le cozze. Coprite e fatele aprire a fuoco vivace. Una volta aperte spolveratele abbondantemente con il pepe nero macinato al momento e fatele saltare per un attimo ancora in modo che il tutto si amalgami bene. Servitele calde – eliminando quelle che non si sono aperte – e accompagnatele con delle fette di pane casereccio tostato. Spolverate il tutto con prezzemolo tritato fresco.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Ostriche, cozze e capesante: sapori sensuali che arrivano dal mare