Inaspettatamente light

In cucina ci sono piatti meravigliosi e stuzzicanti, da far perdere la testa al primo boccone, che appartengono a una specie inavvicinabile per chi ci tiene alla linea e alla salute.
Una moltitudine di materie prime fritte e soffritte, dal potere calorico preoccupante, per non parlare dei danni che arrecano al fegato e al proliferare del colesterolo, ma sono una vera bontà.

Per chi è intimidito dalle virtù energetiche di queste dannose delizie ma non sa rinunciare ai piaceri del palato, ecco una serie di piccoli segreti che permettono di gustare allegramente e senza sensi di colpa una sensuale parmigiana, cotolette succulente o un super risotto alla milanese.
 

Per la parmigiana, il segreto è semplicissimo, basta grigliare le melanzane invece di friggerle. Poi il procedimento è identico alla ricetta originale, uno strato di melanzane, uno di sugo, fette di mozzarella fiordilatte e parmigiano grattugiato, tutto per due volte, guarnendo sempre con svariate foglioline di basilico.
 

La cotoletta viennese, o la costoletta alla milanese, le preparate come sempre. E’ la cottura la rivelazione: invece di friggerle in una deliziosa marea di cattivissimi grassi saturi –  "pura kryptonite"  – a cui danno il nome di burro, le adagiate in una teglia antiaderente, unta di olio d’oliva extra vergine.
Spennellate poi il dorso con pochissimo olio e le infilate nel forno bollente. 5 minuti per lato e voilà, meravigliose e leggere. Per una preparazione estiva ed estetica potete adagiarvi sopra dei sanissimi pomodori conditi col basilico.
 

Per ottenere un buon risotto la base è il soffritto ed è proprio lì il trucco per alleggerire il piatto.
Cuocere la cipolla –  ed eventuali altre verdure necessarie per la ricetta –  con un buon brodo di verdure al posto di burro, midollo e a volte anche grasso d’arrosto. Aggiungere quindi il riso e continuare usando il brodo vegetale invece del brodo di carne. Terminare con zafferano e una manciata abbondante di parmigiano che servirà per mantecare un po’ il riso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Inaspettatamente light