Cosa devono mangiare le donne a 70 anni

È facile comprendere cosa mangiare a 70 anni: per le donne la menopausa porta a squilibri ormonali, che favoriscono un rapido aumento di peso

Cosa si può mangiare a 70 anni? È facile comprendere che la menopausa avanzata e uno stile di vita prettamente sedentario possano portare ad un rapido accumulo di peso, soprattutto in alcune zone del corpo come l’addome e i fianchi. Nella terza età, inoltre, le donne vanno incontro a particolari necessità nutrizionali, che possono risolvere con un’alimentazione adeguata. Il ferro e i sali minerali sono sempre importanti nella dieta, anche a 70 anni; chiaramente a una donna anziana non servono le elevate quantità di ferro necessarie alle più giovani, conviene però continuare ad assumere questo minerale, magari attraverso le verdure e i semi: ne sono ricchi i vegetali verdi, come gli spinaci, e anche le noci e i semi di lino.

Gli estrogeni, non più prodotti dal corpo come nelle età precedenti, svolgono un’importante funzione protettiva di tutti gli apparati dell’organismo. Anche se non è necessaria una vera e propria terapia ormonale, a 70 anni una donna dovrebbe inserire nella sua dieta alimenti derivati dalla soia, come il tofu, o anche ceci e altri legumi secchi. Purtroppo con il passare degli anni aumenta il rischio di incorrere in alcune malattie, come il diabete; conviene quindi limitare l’assunzione di zuccheri semplici, e preferire glucidi a più basso indice glicemico, come ad esempio il riso o la pasta integrale.

Le porzioni vanno comunque ridotte, soprattutto in funzione dell’attività fisica svolta nel quotidiano. Molto importante la corretta distribuzione del cibo nell’arco della giornata: al mattino si può anche peccare, mangiando dei biscotti o della marmellata; questi alimenti sono invece da eliminare nelle ore successive, preferendo frutta fresca e tanta verdura di tutti i tipi. Variare alimenti è importante per fare in modo di assumere tutti i nutrienti necessari al corpo e per mantenersi in forma.

È da favorire anche l’utilizzo di prodotti antiossidanti che contrastano l’invecchiamento da parte dei radicali liberi: il tè verde è una delle bevande da consumare nell’arco di tutta la giornata, ovviamente senza zucchero. Le proteine e i carboidrati complessi , soprattutto se provenienti da prodotti integrali, sono da utilizzare ad ogni pasto, in porzioni modiche, più facili da digerire e da assimilare. I grassi svolgono un importante ruolo nell’alimentazione, soprattutto quelli contenenti ampie quantità di Co enzima Q10: se ne trovano nel pesce e nell’avocado.

Cosa devono mangiare le donne a 70 anni