Cosa devono mangiare le donne a 50 anni

Cosa mangiare a 50 anni è un aspetto importantissimo per la prevenzione di malattie legate all'età: attenzione anche alla quantità di cibo, meglio non esagerare

Ad ogni età corrisponde una dieta specifica: cosa mangiare a 50 anni è diverso rispetto a ciò che si dovrebbe mangiare a 30 anni, piuttosto che a 70 anni. L’organismo cresce e si sviluppa in modo diverso in base all’età e, proprio per questo motivo, cambiano anche le esigenze e le necessità nutritive. Naturalmente quando si è giovani si mangia più o meno tutto e non si hanno particolari problemi a smaltire ciò che si assume. Con il crescere dell’età, invece, deve crescere anche l’attenzione alla dieta che si segue: così si prevengono problemi di salute.

La nutrizionista britannica Ella Allred di SuperfoodUK.com presenta alcuni consigli alimentari basati sulle diverse fasce d’età. Ogni decade nella vita di una donna è infatti caratterizzata da differenti stili di vita e da cambiamenti importanti nell’organismo. Una corretta alimentazione può aiutare sia le adolescenti a vivere bene la loro fase di crescita e sviluppo che le donne adulte a superare serenamente un periodo particolarmente delicato come quello della menopausa. La cosa importante, come conferma la nutrizionista, è non eccedere mai nell’assunzione di cibo. Non solo la qualità, ma anche la quantità gioca un ruolo fondamentale.

Cosa mangiare a 50 anni? In questo periodo bisogna cercare di assumere cibi che permettano il recupero di energie e aiutino la concentrazione. Questi due fattori, infatti, tendono a creare qualche piccolo problema alle donne che arrivano ai 50 anni. Una corretta alimentazione può quindi ovviare a questi inconvenienti, aiutando il metabolismo a funzionare in modo efficace. Va bene quindi il consumo di pesce come sgombri e sardine, oppure carne di manzo (con ridotto contenuto di grassi) o di arachidi: si tratta di cibi che aiutano la produzione di antiossidanti come il coenzima Q e, allo stesso tempo, ricchi di vitamina B.

Altro aspetto non si deve sottovalutare quando si sceglie cosa mangiare a 50 anni è la reazione dell’organismo alla menopausa. Per ridurre alcuni sintomi è quindi consigliabile assumere dei fitoestrogeni presenti in natura che possono così compensare il calo di ormoni. Queste sostanze si trovano nei semi di lino, nei ceci e nel sesamo. Per chi ama la cucina vegetariana vanno bene anche isoflavoni di soia, tempeh e tofu: tutti alimenti molto ricchi di proteine che possono sostituire la carne. Ultimo consiglio: bevete sempre molta acqua, il vostro organismo ne beneficerà.

Cosa devono mangiare le donne a 50 anni