Cipolle rosse, una risorsa preziosissima contro il cancro

Uno studio dell’Università di Guelph, in Canada, mette in luce come il potere antiossidante delle cipolle rosse possa contrastare il cancro.

Secondo i ricercatori dell’Università di Guelph, le cipolle rosse, essendo particolarmente ricche di antiossidanti, fanno regredire le cellule cancerogene che colpiscono seno e colon.

Cipolla rossa nemica del cancro
La ricerca, apparsa sulla rivista Food Research International, è stata condotta analizzando 5 varietà diverse di cipolle coltivate in Canada. Il risultato non lascia dubbi: quelle con maggiore potere anticancerogeno sono le cipolle rosse. In Ontario la tipologia di cipolle rosse più diffusa è la ruby ring onion, ma le stesse considerazioni possono essere estese anche ad altre varietà di cipolla rossa dal momento che sono naturalmente ricche di quercetina, un flavonoide dalle spiccate proprietà antiossidanti, la cui azione viene amplificata dalla presenza di antociani, responsabili del colore rosso. Insieme sono in grado di contrastare la crescita delle cellule tumorali e creano un ambiente ostile a quelle esistenti spingendole all’autodistruzione. La quercetina contenuta nelle cipolle rosse si è rivelata particolarmente efficace nel caso di tumore al colon e al seno. Si sta ora studiando come estrarre questo principio attivo e renderlo di facile e pratica assunzione, per esempio trasformandolo in pratiche pillole da deglutire.

 

Cipolle rosse, una risorsa preziosissima contro il cancro
Cipolle rosse, una risorsa preziosissima contro il cancro