Cardamomo: usi e proprietà di una spezia particolarissima

Una spezia dalle caratteristiche uniche, indicata per rendere più gustoso un piatto, ma anche per aiutare la digestione. Conoscete il cardamomo?

Conosciuto e usato già nell’antichità da greci e romani, il cardamomo è la terza spezia più cara al mondo, dopo zafferano e vaniglia. Vanta interessanti virtù benefiche e con il suo aroma renderete più esotici i vostri piatti.

Virtù medicamentose
Questa spezia viene usata per contrastare l’alitosi (se ne soffrite, basterà masticarne alcuni semi all’occorrenza per rinfrescare la bocca), oltre ad aiutare a combattere infiammazioni al cavo orale, in particolare gola, denti e gengive. Grazie al fatto che stimola la produzione di bile e la corretta attività della cistifellea, facilita la digestione e ha un’azione positiva sull’intero apparato digerente. Contrasta infatti nausea, vomito, perdita dell’appetito, mal di stomaco, flatulenza e coliche. Non solo, è benefico anche per l’apparato urinario. Gli si attribuiscono inoltre capacità antibatteriche e antimicotiche.

Profumi esotici in cucina
Non sapete come utilizzare il cardamomo in cucina? Ecco qualche suggerimento. Innanzitutto è bene sapere che esistono diversi tipi di cardamomo (tra cui quello verde, nero, rosso, marrone, bianco, di Ceylon, del Siam, di Giava). Il più pregiato è quello verde, che ha un aroma più fresco rispetto a quello nero, che è più diffuso, più economico, ma anche più amaro del verde. Prendendo spunto da come viene usata in India, provate a preparare in casa il garam masala, un mix di spezie perfetto per aromatizzare i vostri piatti, composto da pepe nero, semi di coriandolo, cumino, cannella, noce moscata, chiodi di garofano e cardamomo. Nei secondi piatti di carne e di pesce è eccellente, provate ad aggiungerne qualche seme agli intingoli con cui solitamente li accompagnate oppure mettetelo direttamente nella pentola con la carne o il pesce. Vi piacciono le carote? Sappiate che vanno d’accordissimo con il cardamomo. Impreziosite dunque la vostra zuppa di carote o la deliziosa torta di carote con la spezia, non ve ne pentirete. Altro connubio riuscito è quello con il riso, portate in tavola un riso al cardamomo (preparato come si fa per il riso al curry) con o senza pollo, oppure dei budini di riso dolci al profumo di cardamomo. A proposito di preparazioni dolci, è ottimo pure nell’impasto di biscotti e muffin.

Cardamomo: usi e proprietà di una spezia particolarissima