Birra: come abbinarla a cibi e ricette

Abbinare la birra al cibo è una sfida senz’altro impegnativa. In effetti non è semplice stabilire delle regole generali in un argomento così personale e soggettivo come il gusto. Lo sanno bene anche i cultori dell’abbinamento vino-cibo che, a differenza di quello con la birra, è tema assai più studiato, almeno in Italia. Così come nel mondo del vino esiste il Barolo ed esiste lo Champagne, anche fra le birre ci sono delle differenze sostanziali, che spiegano perché ci sono birre perfette per l’aperitivo e un break rinfrescante e birre che accompagnano cibi strutturati e sostanziosi. Birre, addirittura, che possono validamente costituire un’alternativa al calice di distillato del dopocena

 

Esistono delle linee guida che favoriscono l’accostamento ideale per sensazioni organolettiche, ossia profumi, gusto e persistenza. I gusti o sapori universalmente conosciuti sono quattro:

– dolce: lo si avverte principalmente sulla punta della lingua. Nella birra è presente grazie agli zuccheri rimasti dopo la fermentazione. È la nota di caramello, di miele, di frutta…
– acido: lo si avverte ai bordi della lingua, frequente nelle birre rifermentate in bottiglia. In piccole quantità è sensazione piacevole traducibile in una nota rinfrescante e dissetante 
– salato: sono davvero rare le birre che possono vantare una sensazione salata. Nella maggior parte dei casi è inesistente .
– amaro: si avverte in fondo alla lingua e nella birra è determinato principalmente dal luppolo. Lo si giudica nei termini della piacevolezza e della persistenza, tenendo presente che è una componente fondamentale, anche quando è appena percepibile, di tutte le birre.

 

Ogni piatto vuole la sua birra e, in linea generale, il gusto dolce attenua l’acido, il gusto amaro rende difficile la percezione del salato e il gusto acido attenua l’amaro. È allora più facile forse partire dal cibo, cercando di individuare quelle che sono le sue caratteristiche organolettiche principali, per poi andare a scegliere lo stile di birra più adatto. In materia di birre, va precisato subito che, diversamente dal vino, si è soliti seguire la strada dell’affinità, piuttosto che quella del contrasto. Pertanto a piatti strutturati e succulenti cercheremo di accostare birre dotate di un buon corpo, discreta gradazione alcolica, intensità di profumi e sapori; mentre con piatti leggeri cercheremo birre più delicate e poco alcoliche. L’ideale è raggiungere un equilibrio gradevole, che risulti invitante al palato e ci faccia proseguire con gusto il pranzo o la cena.

 

I Love Beer, portale italiano dedicato allla birra e creato per promuoverne la diffusione e la cultura, suggerisce alcune ricette a base di birra e i giusti abbinamenti da fare.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Birra: come abbinarla a cibi e ricette