Pulire i tappeti sembra difficile: ecco le soluzioni

Un'operazione davvero impegnativa che richiede molti accorgimenti. Come fare un ottimo lavoro senza causare danni

Uno degli impegni casalinghi più complicati è senza dubbio quello di pulire i tappeti. A prima vista sembra una semplice operazione, ma bastano pochi attimi per rendersi conto di quanto sia difficile.

È molto facile rischiare di rovinarli, se non si sa come porsi di fronte a questa procedura. Innanzitutto è bene individuare il tipo di sporco che si deve andare a pulire e a quel punto intervenire in maniera efficace. Il primo problema che si deve andare ad affrontare è quello della polvere che si annida ogni giorno sui tappeti. Infatti, prima di fare qualsiasi operazione su sporco e macchie, il tappeto deve essere libero dalla polvere .

Per fare questo si deve passare più volte e in maniera omogenea l’aspirapolvere, nel caso si tratti di tappeti molto delicati e di valore, è possibile che aspirandoli in modo errato si rovini il tessuto in maniera irrimediabile.
In questo caso è bene passare l’ aspirapolvere sul retro del tappeto, si ottiene lo stesso risultato, ma si evitano danni al prodotto. L’aspirazione della polvere deve essere un’opera di manutenzione per il tappeto, quindi dovrebbe divenire costante e non soltanto una tantum quando si decide di pulirlo dallo sporco sopra.

Lo sporco leggero che si annida sui tappeti è facile che si possa eliminare attraverso l’utilizzo di elettrodomestici che producono vapore a 100 gradi, in modo da sciogliere lo sporco in maniera più facile per poi rimuoverlo con estrema semplicità. Il problema diventa davvero complicato se vi troverete davanti a macchie di sangue, oleose o residui biologici di animale. Nell’ultimo caso persino i lavaggi industriali non riescono a eliminare aloni e odori acri.

In questo caso è necessario precisare di non usare mai agenti chimici sui tappeti, due buoni rimedi possono essere l’aceto o ancora meglio l’acqua ossigenata , che nel caso delle macchie di unto, attraverso le bollicine rilasciate, fanno staccare le macchie dalle fibre del tappeto.

Infine, terra e fango che spesso rimangono sui tappeti possono essere trattati inumidendo la parte interessata e cospargendo sale grosso. Una caratteristica del prodotto è che per osmosi assorbe tutte le macchie in maniera del tutto naturale.
Tenete comunque presente che tali rimedi non sono garantiti per tappeti di valore molto alto e soprattutto di notevole delicatezza.

Immagini: Depositphotos

Pulire i tappeti sembra difficile: ecco le soluzioni