Il congelatore? Organizzato ed a prova di sprechi

Bastano piccoli accorgimenti per ridurre gli sprechi ed ottimizzare al meglio il congelatore di casa. Scopri i consigli!

Simona Bondi

Simona Bondi Esperta di risparmio

Sono un’utilizzatrice abituale (ed assidua) del congelatore, ma non è stato sempre tutto “rose e fiori” con questo elettrodomestico: non sempre i cibi si sono conservati nel modo giusto ed in passato ho dovuto cestinare dei prodotti mai utilizzati solo perchè conservati nel modo sbagliato. Grazie ad alcuni semplici consigli che ho imparato nel tempo, ho eliminato ogni tipo di spreco ed aumentato il mio risparmio.

Il freezer è uno di quei prodotti dei quali non potrei proprio fare a meno: mi aiuta ad ottimizzare il mio tempo, ad avere sempre sotto mano soluzioni rapide per il pranzo e la cena e, per finire, mi aiuta a risparmiare tempo e denaro.

Ma come trasformare un congelatore nel tuo alleato domestico fedele? Ecco delle dritte da seguire che ti semplificheranno la vita!

Riponi gli alimenti seguendo un ordine preciso

Io, per esempio, ho il classico congelatore a cassetti. Ogni cassetto viene utilizzato per uno scopo preciso. Perchè? In questo modo so dove cercare quello che mi serve ed evito aperture inutili dello sportello con conseguente dispersione della temperatura (a vantaggio della bolletta della luce e di una miglior conservazione degli alimenti).

Nel primo cassetto, che generalmente è anche quello più piccolo, conservo tutti quei prodotti che servono per preparare i soffritti: cipolla e aglio tagliati a pezzettini, prezzemolo e via scorrendo.

Nel secondo cassetto (che generalmente è quello più ampio) conservo il pane fatto in casa, i condimenti per la pasta fatti in casa come il ragù, la pasta sfoglia pronta ed altri prodotti simili.

L’ultimo cassetto invece è quello destinato alla carne ed al pesce.

Grazie a questa suddivisione so sempre esattamente dove cercare i prodotti che mi servono e riesco a tenere facilmente sotto controllo tutto il contenuto del freezer evitando di scordarmi di qualche alimento che potrebbe nel frattempo scadere.

Etichettare i contenitori: doveroso!

Una buona abitudine, utile per salvare lo spazio nel freezer e conservare meglio i prodotti, è quello di riporre gli alimenti in sacchetti appositi oppure nei classici contenitori rigidi per frigo e congelatore.

Per questo scopo ti consiglio di acquistarne una buona scorta (preferibilmente con forma quadrata o rettangolare) in varie misure, dal più piccolo al più grande. Per evitare di buttare via gli alimenti congelati è buona prassi apporre delle etichette su ogni contenitore indicando chiaramente il suo contenuto. Spesso è difficile riuscire a capire cosa c’è dentro un contenitore: grazie alle etichette avrai tutto sotto controllo!

Mettere la data sui prodotti

Non solo i nomi dei prodotti: per ottimizzare al meglio il freezer di casa e ridurre il rischio di sprechi, nell’etichetta dovrai indicare anche la data di congelamento.

Questo perchè gli alimenti non si conservano all’infinito anche se congelati, ma hanno un periodo di conservazione indicato generalmente anche nel libretto di istruzioni del tuo elettrodomestico.

Qui sotto trovi una sintesi che ti sarà di aiuto.

  • Pane e pesce: da 1 a 3 mesi di conservazione nel freezer
  • Maiale, Pollo e Dolci: da 4 a 7 mesi di conservazione nel freezer
  • Verdura, Frutta e carne bovina: da 8 a 12 mesi di conservazione nel freezer

Simona Bondi Esperta di risparmio Appassionata di risparmio, dal 2008 gestisce il Blog DimmiCosaCerchi dove riporta iniziative promozionali dedicate al mondo del risparmio: campioni omaggio, concorsi a premio e buoni sconto sono all’ordine del giorno. http://www.dimmicosacerchi.it

Il congelatore? Organizzato ed a prova di sprechi