Come riconoscere una borsa contraffatta da una vera

Non dite mai a una donna di non comprare quella borsa, piuttosto mostratele come riconoscere quando si tratta di un falso. Ecco le dritte per non farsi fregare

Gucci, Fendi, Prada, Louis Vuitton, Chanel: siete sicure che state acquistando una borsa vera? Quando una borsa griffata diventa icona è sempre più facile imbattersi in un falso. Dunque, prima regola: diffidate di facili sconti e super offerte, specialmente se provengono da siti sconosciuti o negozietti dubbi: nascondo sempre qualche imbroglio.

Per non cadere nei soliti raggiri, esistono alcuni accorgimenti che permettono di riconoscere una vera it-bag da un tarocco.

Il consiglio più banale è di andare ad acquistarla direttamente alla fonte, ossia nello store della griffe o in qualsiasi negozio chic dove non vi rifileranno mai un falso. Se però siete patite dello shopping online oppure vi sembra di aver scovato un’occasione unica, fate attenzione ai dettagli, come spiega il Daily Mail. Perciò, meglio controllare la borsa dal vivo che online. Secondo Alexandra Mills, ceo del negozio di shopping online Brands Exclusive, solo da vicino si scoprono alcuni particolari che smascherano il falso.

Verificate cuciture e rifiniture:

Controllate la zip, le fibbie e i ribattini sul fondo se hanno già perso lucidità probabilmente si tratta di un falso. Prima di procedere all’acquisto, assicuratevi di conoscere il tipo di materiale usato dal marchio in questione per il rivestimento interno.

Di solito i falsari si soffermano solo sull’aspetto esterno, mentre trascurano gli elementi interni.

Molti brand usano materiali e pellami con il proprio logo inciso sopra, mentre i contraffattori non se ne preoccupano perché l’unica cosa che conta per loro è l’aspetto esterno.

Non abbiate fretta di acquistare la borsa, prendete confidenza con lei, studiatene i particolari. Se decidete di comprarla online, la Mills consiglia di verificare se il sito è ancora online dopo un paio di settimane:

Perché se si tratta di un sito che vende merce fraudolenta, di solito viene scoperto e chiuso. Cercate anche di mettervi in contatto con il servizio clienti e se nessuno risponde, provate a cercare recensioni sul web. Contattate le banche delle carte di credito accettate sul sito e verificate se ci sono stati eventuali segnalazioni di frodi.

E’ preferibile acquistare su siti locali perché offrono maggiori garanzie. Mentre è più probabile che siti esteri che vendono borse griffate a buon mercato vi rifilino dei tarocchi. La maggior parte dei falsi infatti provengono da Cina, India e Brasile. Non dall’Italia.  Acquistare da un sito italiano, in teoria, dovrebbe offrire maggiore protezione per chiedere indietro i soldi se l’articolo dovesse rivelarsi un falso.

Comunque, la cosa migliore quando fate acquisti importanti è andare sempre in negozio. Inoltre ricordate che per le it-bag griffate viene sempre rilasciato il certificato di autenticità.

Scendendo ancor più nel dettaglio: le borse Louis Vuitton non hanno il codice seriale. Chi ve lo mostra, vi sta vendendo un falso. Il logo LV non è mai tagliato e le lettere del logo sono sempre simmetriche.

Le borse Gucci hanno solitamente manici e rifiniture in pelle e non in plastica. La G di Gucci vera si attacca alla stanghettina orizzontale facendo una specie di mezza piramide rovesciata.

Le borse Fendi hanno un ologramma di sicurezza.  La card interna logata Fendi ha i dettagli dell’acquisto (codice borsa, materiali, tessuti, colore….). La presenza del cartellino è legata solo a borse con materiali privilegiati.

 

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Come riconoscere una borsa contraffatta da una vera