Come gestire il bilancio familiare

Simona Bondi Esperta di risparmio

Gestire il bilancio familiare è oggi più che mai un dovere: ma come farlo nel modo giusto? Quali sono i metodi che abbiamo a disposizione per tenere sotto controllo le spese di casa? Ecco per te una guida che ti aiuterà a gestire al meglio il budget familiare.

Bilancio familiare: come tenerlo sotto controllo

Organizzare il bilancio familiare significa avere una chiara idea di quelle che sono le nostre entrate e le nostre uscite, non solo personali, ma di tutta la famiglia. Grazie a questo sistema puoi monitorare la tua situazione economica in ogni momento, riuscendo anche a mettere via qualche soldo per spese extra oppure per il tuo risparmio personale.

Per riuscire in questa impresa è bene sapere che dovrai tenere conto, in modo preciso, di tutte le entrate e le uscite familiari. Solo in questo modo avrai una situazione precisa e realistica di quelle che sono le tue finanze personali e della famiglia.

Per avere una stima che si avvicina il più possibile a quelle che sono le necessità della tua famiglia ti consiglio di prenderti qualche ora per calcolare quali sono state le spese avvenute in famiglia nell’anno precedente: questo ti aiuterà a capire quali sono le necessità e le capacità economiche familiari. Ti aiuterà inoltre a comprendere quanto sei vicina all’obiettivo che potresti fissare (per esempio, risparmiare il 10% rispetto all’anno precedente).

  • Programmi per il bilancio familiare: puoi facilmente crearne uno utilizzando Excel ma, se non sei molto pratica con il pc, puoi scaricare dei programmi appositi per tenere traccia di tutte le spese (ed esempio Ipase, che è gratuito).
  • App per il bilancio familiare: le migliori sono a pagamento, ma puoi trovarne facilmente anche di gratuite. Una volta installate sul tuo telefonino dovrai soltanto ricordati di annotare direttamente nell’App tutte le entrate e le uscite di famiglia. Alcune vengono addirittura un conteggio di quello che è il tuo saldo disponibile calcolato dalla differenza fra le entrate e le uscite di ogni mese.
  • Libri per il bilancio familiare: Uno dei più famosi è il metodo Kakebo di cui ho parlato approfonditamente in questo articolo. Tenendo traccia di tutte le spese e di tutte le entrate ti aiuta a capire meglio quali sono gli sprechi e quelle che sono le spese che puoi ridurre per risparmiare più soldi ogni mese.

Una volta individuato il metodo più adatto alle tue esigenze dovrai fare una stima di quelle che sono le spese annuali della tua famiglia: più riuscirai a fare una stima accurata, maggiore sarà il controllo che avrai delle tue spese.

Una buona idea che voglio suggerirti è quella di annotare le spese per “categoria”. Inizialmente potrebbe sembrarti superfluo, ma ti assicuro che ti sarà molto di aiuto nel caso in cui le spese mensili siano superiori alle entrate. Queste sono le categorie che ti consiglio di inserire nel tuo bilancio familiare:

  • Svago: tutte le spese per il divertimento (pizza, cinema, ristoranti, discoteca e simili)
  • Shopping: tutte le spese che riguardano acquisti non strettamente necessari (vestiti, scarpe, cosmetici, parrucchiera, estetista).
  • Bollette: annotta quando paghi ogni mese (o bimestre) per luce, gas e telefono.
  • Spesa alimentare: annota tutti gli scontrini della spesa perché sicuramente, seguendo queste strategie, puoi riuscire a dimezzare il costo mensile di questa uscita!
  • Carburante o altri mezzi: ti aiuterà a capire quanto spendi annualmente per l’auto o per l’abbonamento ai mezzi
  • Salute: annota le spese di medicine e visite specialistiche. Non è una spesa da “tagliare”, ma è importante conoscere in anticipo quale sarà la spesa annuale dedicata a questa voce per pianificare le spese dell’anno successivo.
  • Assicurazione: sapere quanto spenderai per questa voce (assicurazione auto, motorino, casa o animali) potrebbe aiutarti a trovare delle valide soluzioni alternative per risparmiare.
  • Rate: se hai dei beni che acquisti a rate, tieni nota di tutte queste spese. Potresti renderti conto di averne accumulate troppe senza che vi fosse una reale necessità. Ti aiuterà a riflettere meglio al prossimo acquisto.
  • Ferie: se il budget lo consente, cerca di accumulare ogni mese una cifra fissa in base alle tue disponibilità. Che siamo 20€ oppure 50€, poco importa. Avrai messo via un piccolo gruzzoletto per le ferie estive che ti peserà meno rispetto ad un unico pagamento mensile.
  • Imprevisti: dedica un budget di 100€ al mese (o quello che riesci) per questa voce. ti aiuterà a non trovarti in difficoltà in caso di spese impreviste e, se non ci saranno (yeah!) ti troverai con un gruzzoletto accumulato.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Come gestire il bilancio familiare