Come funziona il bonus mobili

Il Bonus Mobili, regolato dalla Legge 90 del 3 agosto 2013, è  una detrazione fiscale che può essere applicata sull’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici da utilizzarsi per l’arredo di immobili per i quali si sta beneficiando della detrazione fiscale sulle ristrutturazioni edilizie. La percentuale di detrazione per mobili ed elettrodomestici è pari al 50% ed (da calcolare su una spesa massima di 10.000 euro).

Quali sono le ristrutturazioni che mi danno diritto a usufruire del bonus mobili?
Per interventi di ristrutturazione si intendono tutti gli interventi che beneficiano della detrazione fiscale sulle ristrutturazioni edilizie quindi tutti gli interventi di manutenzione ordinaria (per le parti condominiali), manutenzione straordinaria, restauro, risanamento conservativo e le ristrutturazioni edilizie in generale. Ma attenzione: se gli interventi di ristrutturazione sull’immobile sono stati pagati prima del 26 giugno 2012, non è possibile ora beneficiare del bonus mobili.

Posso acquistare i mobili prima di ristrutturare?
È possibile acquistare mobili e elettrodomestici solo dopo la data di inizio lavori dimostrabile dalla data che compare sulla Comunicazione di inizio lavori da presentare in Comune, oppure la data di inizio lavori presente sulla comunicazione all’ASL, o se anche quest’ultima non è disponibile, è possibile stilare un’autocertificazione (la cosiddetta dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, resa ai sensi dell’art. 47 del DPR 28 dicembre 2000, n. 445).

Quali beni possono beneficiare del bonus mobili?
La detrazione si applica all’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici di classe energetica A+ (per i forni è sufficiente la classe A) e per tutte le apparecchiature per le quali sia prevista l’etichetta energetica. Non sono invece agevolabili porte interne, pavimentazioni (ad esempio parquet), tende e tendaggi e tutti gli altri complementi d’arredo. 

Quando è necessario sostenere le spese di mobili ed elettrodomestici?
È possibile richiedere la detrazione per mobili e grandi elettrodomestici dal 6 giugno 2013 fino al 31 dicembre 2013 compreso (sempre tenuta presente la necessità che i lavori di ristrutturazione siano già stati avviati).

Può beneficiare del bonus mobili l’acquisto di mobili usati?
Purtroppo no, solo le spese per l’acquisto di mobili e elettrodomestici nuovi sono detraibili.

Come bisogna effettuare i pagamenti?
I pagamenti possono avvenire tramite bonifico o carta di credito.

Chi esegue il bonifico deve inserire  il codice fiscale del beneficiario della detrazione, il codice fiscale o partita iva del soggetto a cui viene effettuato il pagamento e il riferimento alla detrazione fiscale per le ristrutturazioni edilizie.

Per i pagamenti mediante carte di credito o carte di debito fa fede la data di pagamento riportata sulla ricevuta di avvenuta transazione e non quella del giorno di addebito sul conto corrente.

Non sono possibili pagamenti tramite assegni bancari o contanti.

Casa.it, lanciato nel 1996, è il portale immobiliare n.1 in Italia che raccoglie l?offerta di più di 14.000 agenzie immobiliari affiliate, e di circa 5.000 tra inserzionisti privati e costruttori edili.

Fonte:

Come funziona il bonus mobili