Cellulite: come fare dei massaggi drenanti fai da te

La tanto odiata cellulite si combatte anche con i massaggi drenanti fai da te. Pratici ed economici, imparare a farli è un’ottima idea.

I trattamenti anti cellulite sono costosi? Niente paura, questo fastidioso inestetismo si può combattere anche con degli efficaci massaggi drenanti fai da te.

Movimenti circolari dal basso verso l’alto
L’automassaggio drenante si pratica effettuando movimenti energici circolari che partono dalla caviglia e salgono lungo tutta la gamba. Iniziate e finite il massaggio con degli sfioramenti, simili a una carezza ma più energici. Passate poi al delle frizioni esercitando una leggera pressione sull’area da trattare con i polpastrelli. Aprite a questo punto la mano e fate vibrare gradualmente tutta la gamba in modo da stimolare la circolazione. Finite, come anticipato, con altri sfioramenti.

Oli e creme da usare
Scegliete degli oli o delle creme che agevolano i movimenti, di una consistenza tale che le mani scivolino sulla pelle e che contengano principi attivi con proprietà drenanti e riducenti, come centella asiatica, edera, ippocastano, rusco, escina, tè verde, spirulina, alghe marine, fucus, caffeina, cola, aloe e gingko biloba.

Quando e per quanto tempo?
Il momento ideale per fare l’automassaggio drenante è il mattino visto che le gambe sono riposate, dopo aver fatto la doccia e aver fatto uno scrub esfoliante sul corpo che rimuovendo le cellule morte superficiali, permette a creme e oli, con i relativi principi attivi, di essere assorbiti più facilmente e in profondità. Se riuscirete a praticarvi il massaggio drenante ogni giorno per circa 20 minuti, otterrete rapidamente dei risultati.

Cellulite: come fare dei massaggi drenanti fai da te
Cellulite: come fare dei massaggi drenanti fai da te