Stile retrò: come respirare l’aria di un tempo in casa propria

Lo stile retrò ha sempre il suo fascino. La magia di un tempo resiste anche alla voglia di modernità che caratterizza le tendenze odierne in fatto di arredamento per la casa

Ogni persona ha il suo stile e questo si percepisce anche dal modo di arredare gli ambienti della propria casa. L’atmosfera vintage sta davvero spopolando, specialmente negli ultimi anni. Essa si caratterizza soprattutto per l’utilizzo di uno stile retrò, vale a dire quel modo di arredare tipico degli anni passati. In particolare, i decenni che vanno dagli anni ’50 fino agli anni ’80 ci offrono moltissimi spunti che possono essere sfruttati per rendere la propria casa accogliente, attuale, ma nostalgica di un ritorno all’antico.

Ma cosa definisce uno stile retrò? Per quanto riguarda l’arredo di una casa, soprattutto i mobili. E le caratteristiche del mobilio retrò sono inconfondibili. Sedie, tavoli e sgabelli avranno dei piedi rigorosamente inclinati e molto sottili, in perfetto stile anni ’70. Per rievocare gli anni del boom economico italiano e dare charme ed eleganza alla zona living, è consigliabile utilizzare delle lampade a sospensione lucide e dal design anni ’60. E poltrone e divani, saranno rigorosamente imbottiti, in velluto e di calde tonalità.

Anche i colori definiscono con esattezza uno stile vintage. E’ consigliabile preferire tonalità calde, come l’oro oppure il rosso scuro. Ma anche colori molto accesi, come il fuscia e il giallo, daranno quel tocco retrò che desiderate realizzare. Per le pareti, la soluzione più adatta consiste nell’utilizzare carta da parati, come si usava fare un tempo. Ma se il risultato finale vi sembra troppo eccessivo, allora basterà intonacare e adoperare colori chiari e molto neutri, come il beige.

Infine, la domanda che tutti si pongono è: dove posso trovare mobili in stile retrò? La risposta è immediata. Attualmente esistono davvero molti negozi di arredamento che vendono mobili, anche a buon mercato, ispirati allo stile dei nostri nonni. Ma per chi volesse avere pezzi originali e non riprodotti, allora il posto giusto sono i mercatini dell’usato e dell’antiquariato, oltre che le aste. Chiaramente i pezzi originali possono essere molto costosi, ma girando è possibile trovare delle offerte che devono essere sfruttate.

Arredare la propria casa in stile retrò è una scelta che molti stanno prendendo in considerazione. Ma molti scelgono anche di fare un mix tra antico e moderno e personalizzare la propria casa con mobili vintage e pezzi appena usciti sul mercato. Come detto, i gusti sono gusti, e ognuno ha il suo.

Immagini: Depositphotos

Stile retrò: come respirare l’aria di un tempo in casa pro...