Mirto

Arbusto semirustico caratterizzato da foglie perenni, ovali e lanceolate, di colore verde brillante e aromatiche: se stropicciate emanano un’intensa fragranza. La fioritura, abbondante e profumata, è composta da fiori bianchi, larghi anche 3 cm; in autunno lasciano il posto a frutti color porpora a forma di pera. È particolarmente indicata per bordure in piena terra, oppure in grandi vasi sui terrazzi.

Descrizione

  • Famiglia – Myrtaceae
  • Genere – Myrtus raggruppa circa 100 specie di arbusti e alberi sempreverdi
  • Nome botanico – Myrtus communis
  • Provenienza – Asia, Italia, regioni mediterranee
  • Sviluppo – Lento
  • Altezza – 3 mt
  • Difficoltà – Media
  • Periodo fioritura – Estate

La manutenzione

  • Esposizione: Soleggiata e riparata
  • Temperatura: Proteggete la pianta dal gelo e dalle basse temperature invernali
  • Umidità: Media
  • Terriccio: Permeabile e ben drenato
  • Acqua: Abbondante in estate, sia per le piante in vaso che in piena terra. Riducete nei mesi invernali e mantenete sempre umido il terriccio
  • Concimazione: Piante adulte in vaso: da maggio a settembre, ogni 15 giorni, con un concime ben stagionato
  • Rinvasatura: In primavera, quando le radici hanno riempito tutto il vaso. Se la pianta è già grande, sostituite gli strati superficiali di terriccio
  • Potatura: Tagliate in marzo i rami disordinati e danneggiati a filo del terreno
  • Moltiplicazione: Per seme: in primavera, in una cassetta posizionata in luogo riparato; emesse almeno 2-4 foglie, trapiantate in singoli vasetti. Per talea: in estate prelevate talee di fusto da germogli laterali non fioriti e fatele radicare

Il rimedio

Non si segnalano malattie parassitarie particolari

Il consiglio

Potete raccogliere le foglie durante tutto l’anno, i frutti tra settembre e novembre

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Mirto