La casa sicura

La casa rappresenta un simbolo di sicurezza e tranquillità nell’immaginario collettivo. Quando si parla di sicurezza in casa, infatti, il pensiero va quasi sempre alla difesa da minacce esterne, sottovalutando i pericoli che si nascondono tra le mura e che possono essere causa di infortuni domestici anche gravi.
Forse pochi sanno che in Italia si verificano almeno 3.000.000 di incidenti domestici all’anno (dati Istat 2010).
L’incidente più ricorrente è sicuramente la caduta, seguita dalle ferite da taglio, dagli urti e dagli schiacciamenti. Anche le intossicazioni, gli avvelenamenti, le ustioni, le scosse e i problemi causati da guasti o comportamenti errati sono numerosi.
La regola numero uno per prevenire questo tipo di informazioni è sicuramente quella di conoscere i pericoli.
Vediamo insieme qualche regola base per vivere la casa in sicurezza.

Prevenire le cadute

  • Utilizzare scale pieghevoli solo se in buone condizioni, utilizzando calzature idonee (mai salire sulle scale con calzature tipo zoccoli, ciabatte o scarpe aperte) e preferibilmente in presenza di una persona che da terra ne garantisca la stabilità
  • Fare molta attenzione all’entrata e all’uscita da doccia e vasca da bagno, le cadute a piedi bagnati sono tra le più pericolose. Prevedere ampie maniglie nelle docce o vasche da bagno per aiutare anziani e persone con ridotta mobilità
  • Fate installare in bagno un campanello di emergenza, indispensabile in caso di malore improvviso

Prevenire le fughe di gas

  • non lasciare fornelli accesi esposti a correnti d’aria che potrebbero spegnere la fiamma
  • chiudere il rubinetto del gas o della bombola prima di andare a dormire e quando ci si assenta da casa
  • collocare la caldaia in un luogo della casa in cui sia garantito il ricambio d’aria continuo (meglio ancora all’esterno)
  • non saltare mai le operazioni di manutenzione (obbligatorie per legge)
  • non utilizzare la stessa canna fumaria per più di un impianto: il monossido di carbonio invece di disperdersi fuori dal locale potrebbe rientrare nella casa attraverso un’altra apertura.

Se si percepisce odore di gas:

  • non accendere fiamme o provocare scintille azionando elettrodomestici, utilizzando campanello, citofono o il telefono
  • aprire le finestre e evacuare l’ambiente
  • chiudere il rubinetto principale del gas o quello della bombola
  • staccare l’interruttore generale della luce (solo se questo non si trova nel locale dove si avverte la presenza del gas)

Prevenire le folgorazioni e i corto circuiti

  • non sovraccaricare le prese multiple rispettando i limiti di assorbimento riportati sulla presa stessa (1000-1500 Watt)
  • sostituire cavi deteriorati o con filamenti scoperti, evitando le riparazioni casalinghe
  • non utilizzare elettrodomestici con le mani bagnate o in presenza di acqua
  • non eseguire lavori di manutenzione o pulizia su elettrodomestici con la spina inserita nella presa
  • non intervenire sull’impianto elettrico (anche per la sostituzione di una lampadina) senza aver interrotto l’erogazione della corrente dal quadro elettrico principale

Prevenire le intossicazioni da detersivi, sostanze tossiche e farmaci

Le sostanze contenute nei detersivi o altri prodotti comunemente utilizzati nelle case come ad esempio i pulenti per il metallo, gli antitarme, insetticidi, eccetera, se non utilizzate con le opportune precauzioni possono essere tossiche, irritanti o velenose:

  • non acquistare prodotti privi di etichetta o senza le indicazioni d’uso
  • leggere sempre l’etichetta dei prodotti e attenersi alle indicazioni d’uso riportate
  • non mescolare sostanze a base di composti chimici diversi
  • in caso di travaso in altri contenitori, mettere sempre un’etichetta di riconoscimento
  • tenere detersivi, farmaci e sostanze tossiche o pericolose in luoghi non accessibili ai bambini

Prevenire i danni legati all’acqua

Per evitare allagamenti è bene riparare sempre le perdite d’acqua e evitare di lasciare incustodite la lavatrice e la lavastoviglie mentre sono in funzione.
In cucina è bene prestare particolare attenzione all’acqua bollente, usando prudenza per non rovesciarla addosso a se stessi o a persone e animali che sono nei dintorni.
I bambini e gli anziani con problemi di mobilità possono avere difficoltà a gestire il momento del bagno, hanno quindi bisogno della supervisione di una persona che sia in grado di aiutarli.

Prevenire gli incendi

  • non utilizzare indumenti sintetici e legare i capelli quando ci si trova vicino a fornelli, camini o stufe accese
  • non lasciare incustodite candele accese
  • non lasciare incustodito il caminetto acceso anche se provvisto di parafiamme
  • non avvicinare bombolette spray o batterie che potrebbero causare scoppi
  • non fumare mentre si è a letto e assicurarsi sempre di aver spento bene sigarette, sigari, pipe e fiammiferi

 

Fonte:

La casa sicura