Ikea Hacking, idee low cost per trasformare mobili

Crescono gli appassionati che si scambiano in Rete idee e consigli su come modificare i pezzi del noto marchio d'arredamento

In collaborazione con

Ikea è ormai un colosso dell’arredamento presente in moltissimi paesi del globo. Inevitabile quindi che gli arredi tra i più diffusi al mondo diventino anche la palestra di prova di trasformazioni, personalizzazioni, remake e upcycling. L’Ikea hacking vanta numerosi appassionati, che si scambiano su Internet idee e consigli su come modificare i pezzi. Lo scopo? Liberare la propria creatività a basso prezzo e evitare l’effetto déjà vu nelle nostre case. Ecco alcune idee per iniziare.

The home of Stella and Joeri

Professionista: Holly Marder – Idee per la cucina perfetta

Le ante della cucina Ikea

La linearità delle ante di Ikea si presta a nuove interpretazioni più creative di quelle presenti a catalogo. Nella foto vediamo ante modificate con pannelli dal gusto country. Basta poco per trasformare completamente una cucina basica. Altri elementi su cui giocare sono ad esempio i top della cucina che possono essere aggiunti a parte, con materiali preziosi, come marmo o rame.

Bathroom

Professionista: Sindahl – Trova tante idee per la casa

Anche i classici mobili contenitori stimolano la fantasia degli Ikea hackers. Qui hanno aggiunto un tocco rock con dei chiodi di metallo. Altri interventi possibili per dare carattere sono le maniglie, mescolando uno stile minimal con maniglie vintage trovate in un mercatino dell’usato.

My Houzz: Creative Flair Brightens a San Francisco Apartment
Professionista: Planning Pretty

La libreria Billy

Billy è uno dei best seller di Ikea. Può essere modificata con decorazioni sul fondale o inserendo dei divisori in verticale che la rendono più pratica.

My Houzz: Revamped Flea Market Finds add personality to a Dutch home
Professionista: Louise de Miranda

 

Salva

Salva

Ikea Hacking, idee low cost per trasformare mobili