Cosa conviene piantare nell’orto o sul balcone a settembre

Per un balcone autunnale bellissimo, pieno di colori e profumi, scopri quali piante dovrai coltivare nel mese di settembre

Il mese di settembre si trova a metà tra la fine dell’estate e l’inizio dell’autunno. In questo periodo le temperature iniziano a diminuire e, per chi ha l’orto, inizia un periodo nuovo. Infatti, le coltivazioni che hanno caratterizzato l’estate incominciano ad esaurirsi. In alcuni casi, se la stagione è ancora bella, non è raro che si possano ancora raccogliere i frutti del lavoro primaverile ed estivo, ma è comunque il momento di pensare alla nuova stagione. Molti in questo periodo dell’anno si chiedono che cosa piantare a settembre, proprio perché è il momento adatto per pianificare le nuove coltivazioni, a seconda di dove ci si trova, del tipo di clima e di terreno, ma anche delle specifiche condizioni.

C’è chi, per esempio, ha a disposizione un terreno sufficiente per un vero e proprio orto e può coltivare direttamente in terra, mentre chi vive in città potrebbe aver attrezzato il terrazzo o il balcone per le proprie coltivazioni. Anche le strutture di cui si dispone possono essere strategiche per capire cosa seminare a settembre: chi vive in zone meno miti potrebbe però avere allestito una piccola serra per mantenere le temperature, soprattutto di notte, di un paio di gradi più alte e per proteggere la semina da qualche acquazzone improvviso. C’è poi chi, chiedendosi che cosa piantare a settembre fa riferimento alle piante e ai fiori più che ai prodotti dell’orto.

Giardino: i fiori da piantare a settembre

Piantare e seminare non significano solo occuparsi delle verdure del giardino, ma possono riguardare anche le piante verdi e quelle da fiore. Sia il giardino sia il balcone, o il davanzale delle finestre, possono arricchirsi di piante e piantine che impreziosiscono sia gli ambienti esterni che quelli interni. Ecco che allora il mese di settembre permette di prendersi un attimo di tranquillità e decidere quali fiori e piante di vogliono coltivare. In questo mese, infatti, tutti gli appassionati di giardini fioriti possono dedicarsi a scegliere i fiori più adatto da piantare a settembre.

  • Astri: non per niente questi fiori vengono chiamati anche settembrini. Infatti, gli astri sono dei fiori simili a margheritine, i cui petali hanno colori vari dal viola al rosa, che fioriscono proprio nel mese di settembre. L’ideale per averli pronti nel periodo giusto è comprarli in vasetto: dalla fine di agosto si trovano facilmente in qualsiasi negozio di fiori e hanno un prezzo abbastanza abbordabile. Se si ha intenzione di metterli in terra, è bene prevedere uno strato ghiaioso, sopra al quale dovrà essere posto del materiale organico: solo a quel punto si può travasare la pianta con la terra del vasetto, avendo cura di non lasciare a contatto diretto con le radici il concime.
  • Ciclamini: benché sia una pianta che trova la massima fioritura in autunno e in inverno, nel mese di settembre compaiono i primi boccioli e inizia ad essere una pianta molto piacevole. In genere, non è consigliabile mettere in terra questa pianta, perché soffre le temperature fredde. Nel mese di settembre si può mettere in un vaso e ritirarla quando inizia a fare freddo. Va considerato che è una pianta molto sensibile alla luce del sole, per cui è consigliabile porla all’ombra, altrimenti il rischio è che le foglie subiscano delle scottature.
  • Rose: le rose fioriscono in diversi periodi dell’anno e non è raro che si trovino delle piante di rose da piantare anche nel mese di settembre. Tra l’altro in questo periodo si possono preparare le talee. Chi ha in giardino delle piante già grandi, può dedicare questo periodo dell’anno alla pulizia delle rose e all’eliminazione dei fiori e dei rami secchi oltre che dei getti troppo lunghi che non fanno fiori.

Oltre alle piante che fioriscono a settembre, in questo periodo dell’anno si può anche pensare a seminare quei fiori che spunteranno in primavera. Infatti, questo è il momento giusto per mettere in terra, per esempio, alcuni bulbi.

  • Narciso: si sa, il narciso è un fiore estremamente bello esteticamente e molto piacevole da vedere nei giardini in primavera. I bulbi possono essere interrati sia in campo sia nel vaso. Sono piuttosto facili da coltivare e non richiedono particolari cure. Nelle giornate primaverili spunteranno e impreziosiranno giardini e balconi.
  • Iris: anche gli iris sono dei fiori da giardino particolarmente apprezzati per la loro gamma di colori e per il loro aspetto elegante. Così come i narcisi, non sono difficili da coltivare, anche perché si trovano bene sia nei climi caldi sia in quelli meno temperati. I bulbi vanno posti nel terreno, sia in vaso che in campo aperto, a una profondità di circa 6 centimetri.
  • Tulipani: eleganti e stilosi, i tulipani da alcuni sono considerati il fiore per eccellenza e, con il loro calice prezioso, rappresentano un’ottima soluzione per un dono romantico. Sono più delicati, quindi sono da piantare prima che inizi a fare troppo freddo. Anche i tulipani possono essere messi in vaso o in campo aperto e il bulbo va posto a circa 5-10 centimetri sotto terra con la punta rivolta verso l’alto.
  • Giglio: un’altra pianta da bulbo è il giglio, anch’esso molto elegante e piacevole sia nel giardino che nei balconi o terrazzi. Patisce la terra troppo umida, per cui è bene aggiungere un po’ di sabbia al terriccio. Va tenuto in una posizione semisoleggiata.

Orto: cosa piantare a settembre

Prendersi cura dell’orto nel mese di settembre può essere molto piacevole. L’estate sta finendo, le temperature sono in calo e anche l’assalto delle zanzare è terminato, pertanto può essere molto gradito trascorrere qualche ora nel bel mezzo della natura. Molti però si chiedono se la stagione non sia troppo avanzata per i prodotti da orto e, nel caso sia ancora possibile, si domandano cosa coltivare a settembre. In realtà, oltre a raccogliere ancora i frutti della stagione estiva, si può preparare il terreno per la semina invernale e iniziare a piantare alcune specie. È molto importante fare attenzione alla luna:

  • In luna crescente o in luna nuova possono essere seminate le verdure da taglio, in quanto ciò permette una maggiore crescita della parte fuori terra. In particolare, si tratta di lattuga, rucola, biete da costa. Anche gli ortaggi come le carote, rape, cime di rapa e cavoli, che si possono tranquillamente piantare un questo periodo dell’anno, richiedono la luna crescente. Anche i finocchi e il radicchio, che in questa stagione si possono trapiantare dal semenzaio al campo, vanno trapiantate in luna crescente.
    Le carote richiedono un terreno asciutto e va preparato con attenzione, avendo cura di mettere uno strato profondo di sabbia e di valutare bene la quantità d’acqua presente prima di bagnare.
  • In luna calante vanno piantanti gli altri ortaggi, come le cipolle e gli spinaci. Anche per alcune verdure che necessitano di trapianto nel mese di settembre, come i porri, si consiglia la luna calante. Allo stesso modo anche le insalate da cespo, ma anche il songino, è consigliabile scegliere la luna calante, quando cioè la luna non tira la linfa verso l’alto ma verso il basso.

Merita una considerazione a parte lo zafferano: pur essendo una pianta da fiore, tra l’altro molto bella, in genere viene coltivata non tanto per estetica, ma per i pistilli da cui si estrae la preziosa spezia. Lo zafferano è una pianta da bulbo, che cresce meglio in campo e che ha bisogno del giusto clima per dare il meglio di sé. Anche i suoi bulbi vanno piantati a settembre durante prima che inizi la fase di attivazione, affinché la pianta spunti in primavera e arrivi a fioritura nell’autunno successivo.

Cosa piantare a settembre sul balcone

Se non si ha la fortuna di avere un orto, ma si è deciso di organizzare un piccolo orto in balcone o in terrazzo, anche a settembre si possono ancora piantare parecchi ortaggi, che permetteranno una piacevole raccolta anche nei mesi freddi. Per certi versi, anzi, mettere le verdure in vaso può essere più semplice, perché riduce il rischio di gelate e permette di tenere maggiormente riparate le piante. Alcune piantine, come le cipolle invernali, si possono preparare nel semenzaio in balcone e poi, se si ha la possibilità, si possono trapiantare nell’orto, in quanto non temono il freddo. Al contrario, gli altri ortaggi si trovano meglio in vaso.

Tra le verdure che si possono ancora piantare a settembre ci sono le carote, la rucola, la lattuga e gli spinaci. Sono tutte verdure che si trovano particolarmente bene anche in vaso e possono dare grandi soddisfazioni a chi organizza un orto casalingo. In ogni caso, è da prediligere una esposizione al sole e una posizione riparata dal vento, soprattutto se ci si trova ai piani più alti. Anche la verza e il cavolfiore si possono tranquillamente coltivare in vaso, tuttavia andranno prese alcune misure per essere certi che la coltivazione dia buoni frutti: innanzi tutto andranno scelti i vasi giusti, ovvero sufficientemente profondi per permettere alle radici di espandersi a sufficienza, quindi bisognerà scegliere il momento migliore. Nel caso di queste ultime, è bene organizzarsi già all’inizio del mese e non attendere troppo, per dare alla pianta in tempo di crescere al momento migliore.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Cosa conviene piantare nell’orto o sul balcone a settembre