Arredamento: 6 trend da tenere d’occhio nel 2018

Lagom, Japandi, pareti scure, ma anche il grande ritorno del terrazzo alla veneziana e una nuova concezione di casa

In collaborazione con

Come saranno le case del futuro? Su quali colori e materiali puntare per essere al passo con le tendenze? Ecco le 6 tendenze di interior design che stanno conquistando blogger e magazine di settore, e di cui sentiremo parlare nei prossimi mesi.

HOUZZ | INTRO INRED

1. Lagom

Questo termine svedese indica uno stile di vita basato sulla moderatezza e sul vivere bene evitando gli eccessi. Le case arredate secondo questo approccio riflettono il tipico gusto nordico: materiali e colori naturali, tante piante, tessuti caldi. Le parole d’ordine sono: semplicità e comfort.

HOUZZ | Davide Galli – Fotografo

2. Japandi

Quando lo stile scandinavo si fonde con quello giapponese, i tratti in comune tra questi due modi di arredare si amplificano: nascono così interni iper mimimalisti dove si celebra un legame intrinseco con la natura e si aspira alla “bellezza imperfetta”. In altre parole pochi pezzi ma di qualità artigianale e materiali naturali.

HOUZZ | Alexander White

3. Pareti scure

È finita l’era delle pareti bianche, oggi vediamo sempre più colore e ultimamente stanno spopolando i toni scuri. Grigio in primis ma anche blu notte, verde pino, nero. Le pareti scure donano profondità agli spazi e decorano con leggerezza.

HOUZZ | Archventil

4. Terrazzo alla veneziana

Materiale tradizionalmente usato come finitura per i pavimenti, oggi il terrazzo alla veneziana (o seminato) è tornato in auge diventando uno dei motivi decorativi preferiti anche per le pareti e persino per tessuti e oggetti.  Come per esempio il separé nella camera da letto qui sopra.

HOUZZ | INT2architecture

5. Compact living

Le case di oggi sono sempre più piccole? Designer e architetti rispondono con soluzioni ingegnose per sfruttare ogni centimetro a disposizione e renderle comunque belle e accoglienti. Nascono letti che si trasformano, cucine a scomparsa dentro l’armadio, vani scale che sono anche librerie o gradini-cassetti, piani d’appoggio a ribalta e così via.

HOUZZ | ÁBATON

6. Case spostabili

La concezione di casa sta cambiando, oltre che compatta oggi diventa anche mobile. L’esigenza nasce dalla sempre più forte diffusione dei cosiddetti “nomadi digitali” ma anche dalla voglia di evadere dalla frenesia cittadina e rifugiarsi nella natura. Un esempio arriva dal colosso giapponese Muji, si chiama Muji Hut e si tratta di una casa prefabbricata ecosostenibile da posizionare dove si preferisce.

Arredamento: 6 trend da tenere d’occhio nel 2018