Zucchero raffinato: il veleno silenzioso

Lo zucchero fa male? Alla scoperta dei numerosi pericoli e svantaggi che si possono celare dietro uno degli ingredienti più utilizzati nella preparazione dei cibi

 

Lo zucchero fa male ed è pericoloso per la salute, ma di questo prodotto non si sa molto. Laurent Adamowicz, fondatore di EChO – Eradicate Childhood Obesity Foundation è stato tra i primi a lanciare questo avvertimento. Laurent mette in risalto quanto sia sconvolgente che numerose aziende alimentari non diminuiscano la quantità di zucchero inutile che viene aggiunta ai prodotti con false indicazioni sulla salute. A tal proposito è fondamentale riconoscere le differenze che caratterizzano lo zucchero raffinato.

La maggior parte degli alimenti come verdura, frutta e miele contengono questo ingrediente. Quest’ultimo viene definito zucchero primario, poiché è naturale, ovvero rispecchia una parte fondamentale di vari alimenti indispensabili per l’organismo. Si tratta di un ingrediente molto vantaggioso, che se integrato nella dieta può aiutare la memoria e favorire il buon umore, oltre che apportare benefici per la pelle. Quando si parla di zucchero raffinato si fa riferimento ad un prodotto non naturale. Precisamente, una tipica bevanda frizzante contiene circa 7 cucchiaini di zucchero.

Tuttavia, questo esempio non rispecchia il quadro completo della reale quantità di zucchero che si cela all’interno di determinate bibite ed alimenti. Generalmente questo ingrediente non solo viene aggiunto ai prodotti dolci e salati, ma anche ai cibi presumibilmente sani. Un’attenta analisi della confezione di alimenti specifici rivelerà una quantità allarmante di zucchero anche in cibi non dolci come pane, hamburger o maionese. Questo dato è ancora più allarmante per quanto riguarda gli alimenti sani. Ad esempio, un abbondante condimento di un’insalata contiene più zucchero di una normale bottiglia.

Lo stesso vale per un prodotto senza glutine, il quale contiene il 30, 40% in più di zucchero raffinato. Dunque è molto facile essere ingannati dalle rivendicazioni rassicuranti che le aziende alimentari espongono ogni giorno, poiché inducono a pensare che l’acquisto di quel cibo è una scelta intelligente e sana. Lo zucchero fa male e i consumi eccessivi possono rivelarsi dannosi per il sistema nervoso. Ma ciò che è ancora più avverso è che quando questo prodotto viene considerato una delle più grandi cause dei problemi di salute dei nostri tempi, i livelli di inganno appaiono molto inquietanti, tanto da essere paragonati al tipico comportamento delle aziende produttrici di tabacco e sigarette.

Zucchero raffinato: il veleno silenzioso