Dieta, le migliori della settimana dal 26 agosto al 1 settembre

Con la ripresa della routine e degli impegni relativi a lavoro e gestione familiare, mangiare sano diventa ancora più importante

Le vacanze sono per molti giunte al termine. Con il rientro al lavoro, è arrivato anche il momento di iniziare a occuparsi meglio del proprio benessere dopo il relax estivo.

Un buon modo per ripartire a farlo, può essere quello di iniziare una dieta. La scelta non manca di certo e bastano anche piccoli cambiamenti quotidiani per vedere dei risultati. Un esempio? La decisione di includere nella propria alimentazione le bacche di acai.

Originarie dell’Amazzonia, come ricordato da diversi studi scientifici (qui puoi trovarne uno pubblicato nel 2004 sulle pagine del Journal of Agricultural and Food Chemistry) si contraddistinguono per un elevato apporto di antocianine e polifenoli, sostanze che le rendono delle ottime alleate naturali contro i radicali liberi. Grazie alla presenza di steroli, rappresentano invece un eccellente punto di riferimento nella lotta contro il colesterolo.

Chi punta a sgonfiarsi dopo gli eccessi alimentari delle vacanze, può invece dare spazio ai cetrioli. Questi straordinari ortaggi sono infatti ricchi d’acqua, che costituisce oltre il 96% del loro peso. Inoltre, come dimostrato da uno studio indiano del 2013, risultano molto efficaci contro il diabete grazie alla presenza di flavonoidi.

Cambiare le proprie abitudini alimentari è utile non solo per perdere peso, ma anche per combattere la stanchezza fisica e mentale molto comune al rientro dalle vacanze. Per ottenere risultati è importante anche bere la giusta quantità d’acqua. Secondo la Dottoressa Elisabetta Bernardi dell’Osservatorio Sanpellegrino, bisognerebbe bere almeno 8 bicchieri d’acqua al giorno, scegliendo se possibile acque ricche di magnesio, un oligoelemento a dir poco rilevante quando si tratta di combattere affaticamento e stress.

Tornando un attimo ai consigli alimentari veri e propri, è impossibile non citare l’importanza delle proteine vegetali. Una dieta che le vede protagoniste, come dimostrato da un recente e ampio studio giapponese (è stato effettuato su un campione di oltre 70.000 individui), aiuta a diminuire il tasso di mortalità per eventi cardiovascolari e tumori.

Il pensiero di iniziare a migliorare la propria alimentazione dopo le vacanze non deve spaventare, perché non è certo sinonimo di sacrifici a tavola. Per rendersene conto basta ricordare che, come ricordato dal Dottor Fausto Aufiero nel suo libro Principi di Bioterapia Nutrizonale, anche la frittura – se fatta bene – può essere portata in tavola senza rimorsi. Aufiero ci ricorda che può fare addirittura bene alla salute e contribuire alla riattivazione delle funzioni epatiche.

Non c’è che dire: i consigli per ripartire mangiando sano e all’insegna del gusto non mancano davvero! Tra questi è possibile ricordare le linee guida della Mayo Clinic Diet, che permette di perdere 5 kg in un paio di settimane circa. Elaborata dagli esperti dell’omonima clinica statunitense di Rochester, dà molto spazio a cereali integrali, verdure, noci, legumi e grassi buoni. Banditi sono invece gli alimenti caratterizzati da zuccheri aggiunti, così come l’abitudine poco sana di mangiare davanti alla tv.

Per dimagrire e tenere sotto controllo la pressione è invece utile la dieta ovovegetariana, i cui effetti positivi sui valori sopra ricordati sono stati indagati da numerosi studi (qui puoi trovarne uno del 2017, condotto da un’equipe del Buddhist Tzu Chi General Hospital di Hualien a Taiwan). Prima di iniziare questa e tutte le altre diete ricordate, è opportuno chiedere il parere del proprio medico curante.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Dieta, le migliori della settimana dal 26 agosto al 1 settembre