Cibi e bevande che contengono zuccheri (e non lo diresti)

Seguire una dieta povera di zuccheri può essere più complicato del previsto. Vi facciamo qualche esempio

Per una dieta povera di zuccheri occorre prestare attenzione alle etichette. Molti cibi e bevande ne sono ricchi. Anche se non lo si direbbe.

Per quanto possa sembrare semplice riuscire a eliminare gli zuccheri in eccesso dalla propria dieta, le etichette dei cibi che normalmente consumiamo potrebbero riservarci più di una sorpresa. Siamo ormai abituati ad acquistare alcuni prodotti, ignorandone gli ingredienti (soprattutto quelli “nascosti”).

Mantenere una distanza di sicurezza dalle bevande gassate dovrebbe essere la regola d’oro di ogni dieta. Occorre precisare però come molte bibite, pubblicizzate come prive di zuccheri, possano avere al loro interno dolcificanti o aromi. Da bandire per esempio tutte le versioni alternative del caffè, limitandosi dunque a consumare quello classico, magari amaro.

Le etichette devono riportare per legge ingredienti e additivi. È dunque possibile e fortemente consigliato fare una spesa più cosciente, scoprendo realmente cosa si acquista. Evitare per esempio tutti quei cibi confezionati che contengono più di 10 grammi di zucchero per porzione. In cima alla lista, dolci, caramelle e il cosiddetto “cibo spazzatura”.

Mangiare frutta non è mai un passo falso, è ricca di vitamine e di zuccheri buoni. Spesso però, per colpa della vita frenetica che conduciamo, optiamo per i succhi di frutta, ritenendo di ricevere gli stessi effetti benefici in minor tempo. Una scelta che può facilmente portare all’assunzione di un quantitativo eccessivo di zuccheri. In molti casi soltanto il 10% di tali succhi è vera polpa. Per il 90% invece ciò che si assume sono dolcificanti, glucosio e sciroppi.

Insomma, portare avanti una dieta povera di zuccheri non è poi così semplice come potrebbe sembrare. Ai tanti cibi e bevande che chiaramente si dovrebbero evitare, se non in programmate eccezioni, se ne aggiungono alcuni che definiremmo “insospettabili“.

In questi casi infatti lo zucchero può essere segnalato regolarmente sull’etichetta, anche se con altri nomi. Occorre dunque prestare particolare attenzione al destrosio, al saccarosio, al nettare di agave, allo sciroppo di mais e al miele. Mangiare poco? No!

Leggere è il miglior consiglio per scegliere cose buone, nutrienti e sane.

Cibi e bevande che contengono zuccheri (e non lo diresti)