Avocado: proprietà, controindicazioni e perché fa dimagrire

Pochi lo sanno, ma l'avocado è un ottimo alleato per tornare in forma. Ecco come inserirlo nella dieta per dimagrire

Gustoso, versatile e dal sapore burroso: l’avocado è il frutto del momento, amatissimo dai millennials e ora anche da chi vuole dimagrire.

Se in passato l’avocado era stato demonizzato dagli amanti delle diete, perché considerato grasso, oggi numerosi studi scientifici l’hanno riabilitato, incoronandolo come alleato perfetto per perdere i chili di troppo. Questo frutto contiene circa 160 calorie ogni 100 grammi, ma se assunto nella quantità giusta può aiutare a dimagrire senza sforzi. Grazie alla sua consistenza infatti aumenta la sensazione di sazietà, inoltre è ricco di Omega 3 e acido linoleico, aiuta a tenere a bada il colesterolo e migliora la circolazione, riducendo gonfiori e ritenzione idrica.

Non solo, l’avocado contiene anche sali minerali, grassi vegetali e antiossidanti, che lo rendono un ottimo ricostituente sia d’estate, quando siamo alle prese con l’afa, che d’inverno, stagione in cui facciamo i conti con influenza e raffreddore. D’altronde non è un caso se la dieta dell’avocado ha ottenuto un grandissimo successo non solo negli Stati Uniti, dove è nata, ma anche in Italia. Permette infatti non solo di ritornare in forma, ma anche di migliorare l’aspetto di pelle, unghie e capelli, grazie ai nutrienti contenuti nel frutto.

Ma perché l’avocado fa dimagrire? Il suo segreto è l’alto contenuto di fibre, pari alla metà del nostro fabbisogno giornaliero. Mangiandolo si favorisce il transito intestinale, depurando l’organismo ed eliminando le scorie che lo intasano. L’avocado aiuta anche a controllare i livelli di colesterolo e glicemia, svolgendo un’azione protettiva contro diabete e malattie cardiovascolari.

Questo frutto è un ottimo alleato della dieta soprattutto perché in cucina è particolarmente versatile. Potete gustarlo sotto forma di frullato, per affrontare con sprint la giornata, nelle insalate per fare il pieno di fibre, con il pesce, il riso oppure il pane integrale e le uova.

Anche se l’avocado ha moltissime proprietà è sempre meglio non abusarne. Mangiatene al massimo uno al giorno, perché in quantità eccessiva può causare fastidiose controindicazioni come gonfiore addominale, crampi, diarrea o costipazione. Attenetevi sempre alle dosi consigliate, che vi consentiranno di godere solo dei benefici di questo frutto e di perdere peso in poco tempo.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Avocado: proprietà, controindicazioni e perché fa dimagrire