Usare lo smartphone al buio può provocare la cecità?

Due donne hanno perso la vista per qualche minuto dopo aver consultato il loro telefono prima di addormentarsi. Ma gli studi sono rassicuranti

Usare lo smartphone al buio può causare una forma temporanea di cecità. Dunque, chi ha l’abitudine di consultare il proprio telefono prima di addormentarsi, deve fare molta attenzione. Questo gesto apparentemente banale, può far perdere la vista per qualche minuto.

Il problema è emerso in seguito alla testimonianza di due donne, una di 22 anni e l’altra di 44, che hanno raccontato di aver perso momentaneamente la vista in diverse occasioni dopo aver guardato lo schermo del proprio smartphone prima di addormentarsi. I due casi sono diventati oggetto di uno studio pubblicato sulla rivista scientifica, New England Journal of Medicine.

Gli esami medici non hanno rivelato particolari anomalie. Ma dopo una visita dall’oculista, è stato notato che entrambe avevano l’abitudine di fissare lo schermo con un solo occhio mentre l’altro rimaneva al buio, coperto da un cuscino. Questo significa che l’occhio che guarda è fortemente esposto alla luce. Dunque una volta spento il telefono, deve rapidamente abituarsi al buio. Il passaggio dalla luce alle tenebre, provoca qualche minuto di cecità.

In ogni caso i medici sono scettici nel ritenere che l’uso dello smartphone al buio possa causare cecità momentanea. Come ricorda il dottor Rahul Khurana, dell’Accademia americana di Oftalmologia, due casi non sono sufficienti per affermare che tale pratica sia pericolosa. Anche il New England Journal Of Medicine conclude che non è il caso di fare allarmismi. Ma dopo le prime analisi, è bene rassicurare pazienti e medici.

In ogni caso, non è stato ancora provato che lo schermo degli smartphone faccia male alla vista. Inoltre, molte aziende hanno realizzato schermi per proteggere e non affaticare l’occhio.

Usare lo smartphone al buio può provocare la cecità?