Tumore al seno: prodotti da evitare, perfino nell’acqua potabile

Alcuni scienziati del Massachusetts hanno individuato delle sostanze chimiche, comunemente presenti nella vita quotidiana, che incidono notevolmente sul rischio di ammalarsi di cancro al seno. Lo studio condotto ha identificato e segnalato i derivati chimici altamente cancerogeni con cui ogni giorno veniamo a contatto, stilando una guida, destinata alle donne, su come limitare l’esposizione a questi derivati.

Benzina, gasolio e altre sostanze emesse dalle autovetture, ma anche prodotti ignifughi, tessuti antimacchia, solventi, vernici, tinture per capelli e derivati di disinfettanti utilizzati nel trattamento dell’acqua potabile, sarebbero fattori pericolosissimi e assolutamente da evitare.

Ecco la lista dei prodotti ad alto rischio presentata dagli esperti:

Butadiene: gasolio, oli di cottura esausti, fumo di tabacco; 
Acrylamide: cibo cotto, fumo, prodotti per il trattamento delle acque; 
Ammine aromatiche I (TDA e TDI): schiuma di poliuretano vecchia, spray, protesi al seno, sigillanti e stucchi, rivestimenti; 
Ammine aromatiche II: tinture per capelli e vestiti, tinte chimiche per pittura, inchiostro da stampa laser, cristalli liquidi; 
Benzene: benzina, solventi, oli esauriti, fumo; 
Solventi organici alogenati (methylene chloride): lavaggio a secco, antimacchia, colla, sgrassatori, propellenti per aerosol, acqua contaminata; 
Ethylene oxide, propilene oxide: fumo, sterilizzanti per cibo e strumenti medici, pittura; 
Antifiamma: usati in plastica e schiume; 
Ammine eterocicliche: carne grigliata; 
Ormoni (estrogeni): ormoni farmaceutici, prodotti di consumo e prodotti chimici con azione ormonale; 
MX: disinfezione dell’acqua; 
Nitro-PAH (1, nitropyrene): residui tossici del diesel; 
Ochratoxin A: sostanza contenuta in cereali, noci e maiale e in ambienti muffosi; 
PAH (benzoapyrene): auto esauste, fumo, cibo bruciato; 
PFOA e composti simili: rivestimenti a prova di acqua, grasso e macchie, acqua contaminata; 
Farmaci: numero considerevole di medicinali da banco e veterinari; 
Stirene: materiali da costruzione e prodotti di consumo fatti di polistirolo, fumo e pellicole per alimenti in polistirene.

 

 

Tumore al seno: prodotti da evitare, perfino nell’acqua potabile