Trucchi pigri per affrontare lo stress ossidativo

  1. Privilegiate gli zuccheri "buoni" . Agli zuccheri semplici (o rapidi), tipo pasticcini, preferite gli zuccheri complessi: cereali integrali e legumi, ricchi di fibre, vitamine e minerali.
  2. Mangiate in piccole porzioni ma spesso, invece di fare 2 o 3 pasti grossi. Apporterete all’organismo una fornitura costante di energia, evitandovi di spizzicare per risollevarvi il morale o restare in pista.
  3. Riducete gli alcolici. Certo, l’alcol rilassa ma in forti dosi ha l’effetto contrario: deprime. Limitate quindi il consumo a un bicchiere di vino al giorno.

Cosa c’è di più delizioso dei frutti maturati al sole, succosi e profumati? Panoramica sulle delizie a disposizione:

  • La fragola
    Vantaggi: piena zeppa di vitamina C (60 mg), apporta anche una buona quantità di acido folico, che aiuta a tenere lontane le infezioni.
    In pratica: tagliate le fragole dopo averle lavate e asciugate; non si gonfieranno d’acqua e non perderanno il loro profumo. 35 kcal/100g
  • La mora
    Vantaggi: diuretica, è anche lassativa grazie alla sua ricchezza di fibre. Il ferro che contiene (1,5 mg) aiuta a combattere la stanchezza.
    In pratica: selezionatele in modo che siano di un nero uniforme, senza granelli rossi acidi. 35 kcal/100g
  • Il lampone
    Vantaggi: contiene vitamina C e fornisce potenti antiossidanti, acido folico, calcio e magnesio. Ricco di fibre di cellulosa, combatte la costipazione.
    In pratica: scegliete lamponi belli sodi, di colore uniforme e scuro. Sono fragili: riponeteli nella parte superiore della fruttiera. 30 kcal/100g
  • La ciliegia
    Vantaggi: diuretica, antireumatica. I suoi pigmenti di colore rosso proteggono vene e vasi sanguigni.
    In pratica: preferite le ciliegie con il gambo di un verde intenso: evitano ai frutti di disidratarsi. 82 kcal/100 g
  • L’albicocca
    Vantaggi: protegge la vista e la pelle e la prepara all’abbronzatura grazie al suo contenuto di provitamina A. Costituisce una buona fonte di potassio, che aiuta a lottare contro l’ipertensione e favorisce il sonno.
    In pratica: l’albicocca non matura dopo la raccolta. Quindi scegliete frutti morbidi; il colore rosso non ne garantisce la maturazione. 35 kcal/100g
  • La prugna
    Vantaggi: contiene un sacco di minerali (potassio, magnesio…) e di oligoelementi (zinco, rame…). Le varietà viola sono più ricche di ferro. Tutte agiscono sul transito intestinale grazie a un composto di proprietà lassative.
    In pratica: scegliete frutti ancora coperti dal loro sottilissimo velo bianco, la pruina, che ne garantisce la freschezza. Da 52 a 70 kcal/100g
  • La pesca noce, la pesca
    Vantaggi: ricche di flavonoidi, esercitano un’azione protettiva sui vasi sanguigni; permetterebbero anche di controbilanciare l’effetto acidificante di alcuni cibi. La varietà con la buccia gialla è più ricca di vitamina C di quella a buccia bianca.
    In pratica: sceglietele morbide da toccare; una volta raccolte, la loro maturazione si arresta. 40 kcal/100g
  • Il rabarbaro
    Vantaggi: la sua ricchezza in fibre favorisce il transito intestinale e possiede proprietà antibatteriche che aiutano la cicatrizzazione delle infezioni orali.
    In pratica: la consistenza di una composta di rabarbaro sarà più gustosa se al momento della cottura aggiungete una mela, mentre una banana la renderà più zuccherata. 15 kcal/100g
Trucchi pigri per affrontare lo stress ossidativo