Terapia del blu: passeggiare al mare fa bene alla salute mentale

Passeggiare in uno spazio dove predomina il colore blu aiuta il benessere psicofisico

Andare al mare – ma anche al lago, al fiume, o in qualsiasi altro posto in cui c’è acqua – fa bene: lo rivela uno studio scientifico che dimostra come la terapia del blu sia una realtà. Passeggiare in uno spazio in cui predomina questo colore ci aiuta a ritrovare il benessere psicofisico.

Chi ama fare lunghe camminate in spiaggia lo saprà già molto bene, ma ora c’è una ricerca che appura come il mare sia un vero e proprio rimedio per lo stress e il cattivo umore. Secondo quanto dimostrato da un recente studio condotto dall’Istituto di Barcellona per la salute globale e pubblicato sulla prestigiosa rivista Environmental Research, passeggiare in ampi spazi blu all’aperto favorisce il benessere fisico e mentale.

Lo studio ha coinvolto 59 adulti che, per tre settimane, hanno condotto delle brevi passeggiate in ambienti determinati. Nel corso della prima settimana, per 20 minuti al giorno hanno passeggiato in uno spazio blu (sulla spiaggia o al lago, oppure lungo le rive di un fiume), nella seconda settimana hanno invece camminato nella scena urbana di Barcellona e, infine, nel corso della terza settimana sono rimasti in casa a riposare. Prima, durante e dopo l’attività, i partecipanti alla ricerca si sono sottoposti a misurazione della pressione e della frequenza cardiaca e ad un breve questionario per valutare il loro umore.

Ciò che è emerso è davvero molto interessante: dopo aver camminato in uno spazio dove predomina il colore blu, i soggetti coinvolti nello studio hanno riscontrato un significativo miglioramento del tono dell’umore e del benessere psicologico. A livello fisico, i ricercatori hanno notato una risposta cardiovascolare migliore in tutti coloro che hanno fatto una passeggiata (sia in un contesto urbano che in uno spazio blu), rispetto ai partecipanti che sono rimasti a casa.

Questo apre nuove prospettive, come rivela l’autrice principale dello studio, Cristina Vert: “L’esposizione duratura e continua a questi spazi blu potrebbe avere effetti positivi sulla salute cardiovascolare che non siamo stati in grado di osservare ancora”.

Già in passato, una revisione sistematica di studi sull’argomento aveva dimostrato una correlazione tra la frequentazione di spazi blu all’aperto e una migliore salute psicofisica: risultati non ancora sufficienti a dare una risposta precisa, ma sicuramente incoraggianti. Questo nuovo studio getta luce su una questione davvero interessante. La terapia del blu potrebbe rivelarsi un ottimo aiuto per chi soffre di disturbi dell’umore, soprattutto se abbinata ad una buona esposizione ai raggi solari, che a loro volta hanno importanti benefici per la nostra salute mentale.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Terapia del blu: passeggiare al mare fa bene alla salute mentale