Tè verde, gli effetti sulla dieta e sulla memoria

Bevanda tra le più sane del mondo, il tè verde, grazie alla sua forte carica antiossidante, è un prezioso alleato del benessere

Quando si parla del tè verde, si inquadra una delle bevande più salutari del pianeta. Noto soprattutto per la sua ricchezza in antiossidanti, si contraddistingue per benefici che vanno dal miglioramento delle funzioni cerebrali fino agli effetti sul grasso corporeo e alla prevenzione dei tumori e delle malattie cardiovascolari.

Nel corso degli anni, la scienza si è più volte soffermata sulle sue proprietà. Interessante a tal proposito è uno studio del 1990, portato avanti da un’equipe attiva presso l’Università di Ginevra. Il lavoro di ricerca in questione, i cui dettagli sono stati pubblicati sulle pagine del The American Journal of Clinical Nutrition, è partito con l’intenzione di comprendere gli effetti dell’estratto di tè verde – e in particolare dei suoi polifenoli caffeina e catechina – sul dispendio energetico nell’arco delle 24 ore.

Monitorando le condizioni di un gruppo di 10 uomini sani, è stato possibile portare alla luce le capacità termogeniche del tè verde e i suoi effetti sull’ossidazione dei grassi.

Come sopra accennato, il tè verde è anche un prezioso alleato della salute cerebrale. Anche in questo frangente la scienza ha più volte approfondito i benefici. Tra i lavori che si possono chiamare in causa è possibile citare un articolo del 2015, a firma di due ricercatori dell’Università di Malta.

Gli esperti si soffermano in particolare sul fatto che i polifenoli del tè verde sono caratterizzati non solo da un portentoso effetto antiossidante, ma anche dalla capacità di inibire l’aggregazione della proteina αS, situazione legata al morbo di Parkinson, una delle malattie neurodegenerative più pericolose.

Si potrebbe andare avanti ancora tanto a parlare degli effetti benefici del tè verde sulla salute! Degna di un cenno è la sua capacità di migliorare la sensibilità all’insulina e di ridurre gli zuccheri nel sangue, con ovvi vantaggi per quanto riguarda la prevenzione del diabete. Inoltre, come precedentemente rammentato, è un elisir prezioso contro le malattie cardiovascolari. Il motivo è legato al fatto che, sempre grazie alla sua carica antiossidante, è in grado di tenere sotto controllo i valori del colesterolo LDL.

Fondamentale è soffermarsi anche sulle controindicazioni. Tra le principali rientra il fatto di soffrire d’insonnia: in questi casi, la caffeina presente nel tè verde può provocare un peggioramento della situazione. Per togliersi tutti i dubbi, prima di iniziare ad assumerlo è bene consultare il proprio medico curante.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Tè verde, gli effetti sulla dieta e sulla memoria