Tè alla passiflora per combattere l’insonnia e rilassarsi

Dati scientifici alla mano, aiuta a migliorare la qualità del sonno e ad alleviare l'ansia

Il tè alla passiflora, infuso preparato con gli steli, le foglie e i fiori dell’omonima pianta, è utilizzato da tempo come rimedio per combattere l’insonnia e, in generale, per favorire il relax. Da diverso tempo a questa parte, la scienza ha approfondito molto i suoi benefici da questo punto di vista.

Degno di nota a tal proposito è uno studio in doppio cieco pubblicato nel 2011 e condotto da un team di esperti della Monash University di Victoria (Australia). L’equipe in questione si è concentrata sulla situazione di un campione di 41 partecipanti di età compresa tra i 18 e i 35 anni.

Invitati a consumare infuso alla passiflora e ad autoriferire, attraverso la compilazione di un diario, i dettagli relativi alla qualità del sonno, hanno mostrato, a un follow up di una settimana, dei miglioramenti notevoli (si parla ovviamente di risultati osservati confrontando gli effetti della passiflora con quelli di un placebo).

La passiflora può rivelarsi utile non solo al fine di migliorare la qualità del sonno, ma anche quando si parla, in generale, di ricerca di maggior relax. A dimostrazione di ciò, è possibile chiamare in causa uno studio del 2001 – anch’esso in doppio cieco – che ha visto impegnata un’equipe scientifica dell’Università di Scienze Mediche di Teheran.

In questo caso, l’interesse degli esperti si è focalizzato su un campione di 36 soggetti con diagnosi di disturbo d’ansia generalizzato. Divisi in tre gruppi, sono stati assegnati in maniera casuale all’assunzione di un placebo, a quella del tè di passiflora e al consumo di oxazepam, celebre psicofarmaco.

Al follow up, è stato possibile riscontrare un’egual efficacia del tè di passiflora e del farmaco nel trattamento del disturbo sopra citato. Nelle conclusioni dello studio, gli esperti che l’hanno portato avanti hanno altresì fatto presente che il tè di passiflora ha il vantaggio di non compromettere le prestazioni lavorative di chi lo consuma, suggerendo, alla luce di questi aspetti, l’esecuzione di prove scientifiche su larga scala.

Si potrebbe andare avanti ancora molto a parlare dei benefici del tè alla passiflora! Uscendo un attimo dall’ambito sopra trattato e considerando uno studio condotto presso l’Ultra College of Pharmacy di Tamil Nadu (India), ricordiamo che l’estratto della pianta può aiutare ad alleviare le ulcere nei ratti.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Tè alla passiflora per combattere l’insonnia e rilassarsi