Spezie come rimedio per i cattivi odori: ecco quali usare

Le spezie sono un rimedio naturale per combattere i cattivi odori, ripulire l’aria, respirare meglio e favorire il benessere mentale

Tatiana Maselli Erborista e Editor specializzata in Salute&Benessere Laureata in Scienze e Tecnologie Erboristiche, ambientalista e appassionata di alimentazione sana, cosmesi naturale e oli essenziali, scrive per il web dal 2013.

Cosa sono

Le spezie sono conosciute per il loro utilizzo come aromatizzanti in cucina ma molte di loro, oltre ad arricchire le nostre ricette, possono anche aiutarci a profumare la casa in modo naturale, economico ed ecologico. Le spezie sono infatti ricavate da piante caratterizzate dalla presenza di oli essenziali, molecole note per il loro gradevole profumo e per la loro azione antimicrobica, due qualità che rendono le spezie alleate perfette per eliminare i cattivi odori e profumare gli ambienti e gli abiti, eliminando batteri e tenendo alla larga gli insetti.

Ma cosa sono le spezie? Si tratta di ingredienti naturali ottenuti dall’essiccazione di parti di piante. Ad esempio la cannella, ottimo rimedio per i cattivi odori, è ottenuta dalla corteccia dei rami di Cinnamonum verum, un albero diffuso in India, Cina e Sud Est asiatico, mentre la paprica è una polvere piccante che deriva dall’essiccazione e dalla triturazione dei frutti di peperoncino. Oltre alle spezie, per profumare la casa in modo naturale possono essere usate anche le erbe aromatiche sotto forma di foglie essiccate e gli oli essenziali estratti dalle piante.

Profumare la casa con spezie ed erbe aromatiche consente di eliminare i cattivi odori che si producono in cucina e in bagno o dovuti alla presenza di animali domestici, purificare l’aria degli ambienti chiusi, donare una sensazione di benessere mentale e liberare le vie respiratorie.

Quali usare

Tra le spezie più indicate per profumare la casa troviamo sicuramente la cannella. La corteccia essiccata di Cinnamonum verum, spezzettata o polverizzata, emana un gradevole aroma dall’azione tonificante su tutto l’organismo. Simbolo dell’inverno, la cannella è considerata una spezia riscaldante e ha azione battericida. La cannella è perfetta per eliminare i cattivi odori dal bagno e per donare alla casa un profumo caldo e accogliente. L’aroma della cannella si sposa perfettamente con l’arancio e con la vaniglia.

Un’altra spezia dall’azione battericida, ottimo rimedio contro i cattivi odori che si generano in bagno, è rappresentata dai chiodi di garofano. Si tratta dei boccioli dei fiori di Syzygium aromaticum, raccolti prima che i fiori si schiudano ed essiccati. Oltre a essere utilizzati in cucina, i chiodi di garofano sono perfetti per profumare la casa.

Ottimi per eliminare batteri e cattivi odori nonchè per profumare la cucina, lo studio e gli ambienti in cui si ricevono gli ospiti, sono poi:

  • i frutti di anice (Pimpinella anisum) e di anice stellato (Illicium verum);
  • il cardamomo (Elettaria cardamomum);
  • i semi di finocchio (Foeniculum vulgare);
  • lo zenzero (Zingiber officinale).

Per eliminare i cattivi odori sono ottime anche le erbe aromatiche fresche o essiccate come i fiori di lavanda e le foglie di timo, alloro, origano, salvia, maggiorana, rosmarino, santoreggia e menta. Ricche di oli essenziali, le erbe aromatiche profumano in modo delicato tutti gli ambienti della casa e allontanano in modo efficace formiche, tarme e altri insetti indesiderati.

Come usare le spezie contro gli odori

Le spezie e le erbe aromatiche possono essere utilizzate da sole o in sinergia tra loro per creare profumatori per la casa fai da te naturali.

Infusi

Il modo in assoluto più semplice per profumare la casa con spezie ed erbe è quello di preparare un infuso, capace di sprigionare l’essenza presente nelle foglie, nei fiori e nelle cortecce. A differenza delle tisane da bere, gli infusi deodoranti vanno preparati con una maggiore quantità di spezie ed erbe e devono essere lasciati sul fuoco più a lungo. In genere si utilizzano un cucchiaio di spezie in polvere o due-tre cucchiai di erbe essiccate, da riscaldare in un pentolino di acqua per quindici minuti senza coperchio. Una volta spento il fuoco, si lascia raffreddare sempre senza coperchio, così che le essenze continuino a evaporare. Gli infusi per profumare la casa possono essere preparati con miscele di erbe aromatiche cui aggiungere zenzero o scorze di agrumi, oppure con mix di spezie come cannella, anice, cardamomo. Oltre a profumare gli ambienti, gli infusi purificano l’aria di casa, hanno azione benefica sulla psiche e aiutano a liberare le vie respiratorie in caso di tosse e raffreddore.

Pot-pourri

I pot-pourri sono un altro modo semplice per profumare la casa e contemporaneamente, decorarla. Si preparano mescolando fiori essiccati, ad esempio petali di rosa e capolini di camomilla o di elicriso, mescolati a spezie come la cannella in stecche, i chiodi di garofano e l’anice stellato, da sistemare in una ciotola di vetro o legno. I pot-pourri possono poi essere arricchiti con scorze essiccate di limone o arancio o con bacche di vaniglia incise. Poiché i profumi sono dati da molecole volatili, il pot-pourri dovrà essere sostituito una volta al mese o ravvivato periodicamente con gocce di olio essenziale.

Sacchetti profumati per biancheria e scarpe

Per profumare in modo naturale armadi, cassetti, guardaroba e scarpiere si possono confezionare sacchetti fai da te con fiori essiccati di lavanda cui aggiungere eventualmente anice stellato o zenzero tagliato in fette sottili ed essiccato. I sacchetti profuma biancheria si realizzano facilmente con cotone, lino, tulle o altri tessuti traspiranti; per aumentare il potere deodorante è possibile unire un cucchiaino di bicarbonato di sodio per ogni sacchetto. Una volta chiusi con un nastro possono essere appesi negli armadi o appoggiati su ripiani di cassetti e scarpiere.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Spezie come rimedio per i cattivi odori: ecco quali usare