Sole e Vitamina D, benefici e rischi per la salute

La vitamina D è fondamentale per il benessere del nostro organismo: scopriamo rischi e benefici di questa sostanza

Pochi lo sanno, ma la vitamina D è fondamentale per il nostro benessere ed è strettamente legata al sole.

Questa sostanza rafforza le ossa e ci aiuta a mantenere il cervello sano. Per poterla assumere però il nostro corpo deve essere esposto ai raggi solari. Solo in questo modo l’organismo è in grado di sintetizzare la vitamina D e godere di tutti i suoi benefici. Risulta fondamentale soprattutto durante la crescita dei bambini, perché aiuta l’assorbimento del calcio e del fosforo, favorendo lo sviluppo.

Secondo gli esperti basta esporsi anche solo 30 minuti al giorno al sole d’estate, mentre d’inverno si consiglia di trascorrere un po’ di tempo all’aria aperta. In questo modo i neuroni vengono rafforzati e la loro attività migliora nel tempo. Al contrario, se non si assume la giusta quantità di vitamina D si può andare incontro a gravi problemi per la saute

Numerosi studi infatti hanno dimostrato che la mancanza di questa sostanza può favorire la formazione di lesioni celebrali, peggiorando lo stato ossidativo del cervello. Cosa fare dunque? Per prima cosa è necessario lasciarsi “coccolare” ogni tanto dai raggi del sole, inoltre si possono assumere integratori e alimenti che contengono alte quantità di vitamina D.

L’olio di fegato di merluzzo è considerato da sempre una delle maggiori fonti di vitamina D, troviamo poi i latticini, le uova, alcuni tipi di pesci e i frutti di mare. Solitamente i sintomi di una carenza di questa preziosa sostanza non sono evidenti e si possono confondere con quelli di altre malattie. Il più delle volte si accusa malinconia, depressione e una riduzione della forza muscolare. Aumentano anche le infezioni al tratto respiratorio, poiché questa sostanza ha un ruolo importante nel rafforzare il sistema immunitario. Spesso si presentano infiammazioni intestinali e infezioni che possono essere più o meno gravi.

Sole e Vitamina D, benefici e rischi per la salute