Semi di melograno per perdere peso e fare il pieno di antiossidanti

Il melograno è un frutto molto gustoso, e i suoi semi possiedono importanti proprietà benefiche

Con l’arrivo dell’autunno, il melograno torna a fare la comparsa sulle nostre tavole: si tratta infatti di un frutto molto saporito, le cui proprietà nutrizionali non sono certo sconosciute ai più. Ma in quanti sanno che anche i suoi semi hanno importanti benefici per la nostra salute?

Gli arilli del melograno, quei bellissimi chicchi rossi che sfavillano nel momento stesso in cui apriamo il frutto, contengono al loro interno dei piccoli semi legnosi. Anch’essi sono commestibili, e apportano anzi diverse sostanze nutritive fondamentali per l’organismo. Ad esempio, sono ricchi di fibre (principalmente di cellulosa e di lignina): la loro funzione a livello intestinale è ormai nota, perché passando indenni attraverso il primo tratto digestivo aiutano a riequilibrare la flora batterica. Ma contribuiscono anche ad aumentare il senso di sazietà, e per questo motivo sono perfette alleate per chi vuole perdere peso.

I semi di melograno contengono anche una buona quantità di antiossidanti (sebbene la parte più ricca del frutto, da questo punto di vista, sia la sua buccia). Uno studio pubblicato sul Food Research International ha evidenziato la presenza di composti fenolici quali i flavonoidi, i tannini e la lignina: queste sostanze svolgono un’importante azione nel contrastare la formazione di radicali liberi e nel ridurre il rischio di insorgenza delle patologie ad essa collegate, come le malattie cardiache e il diabete.

Anche la presenza di vitamina E, un potente antiossidante, è correlata a diverse notevoli proprietà benefiche dei semi di melograno: favoriscono così il rinnovamento cellulare e offrono uno strumento per prevenire alcune forme tumorali. Il magnesio è invece molto utile per l’apparato muscolare e svolge un ruolo molto importante nella sintesi delle proteine, oltre che in diverse altre reazioni enzimatiche.

Dai semi di melograno si estrae un olio ricco di acidi grassi, i quali possono apportare diversi benefici per il nostro organismo. L’acido punicico, in particolare, ha dimostrato una notevole efficacia nel ridurre l’infiammazione e nel migliorare la sensibilità all’insulina: un esperimento condotto su cavie, i cui risultati sono stati pubblicati sul Journal of Cellular Physiology, rivela il potenziale di questa sostanza nel gestire il diabete di tipo 2.

Alcune interessanti ricerche, infine, puntano a dimostrare come l’acido punicico abbia effetti anche sulla riduzione del peso corporeo. Uno studio pubblicato sul Food and Chemical Toxicology ha infatti evidenziato, sempre su cavie da laboratorio, la capacità di questa sostanza nel prevenire l’obesità.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Semi di melograno per perdere peso e fare il pieno di antiossidanti