Attività fisica, cosa accade se non ne fai per 14 giorni

A sottolineare la pericolosità della sedentarietà anche per periodi brevi ci ha pensato un recente studio inglese

La sedentarietà, come ben si sa, è molto pericolosa per la salute.

Grazie a uno studio presentato in questi giorni durante i lavori del congresso annuale dell’European Association for the Study of Diabetes sappiamo che bastano davvero pochi giorni senza fare attività fisica per mettere a rischio il benessere. La ricerca in questione è stata condotta da due equipe scientifiche attive rispettivamente presso le Università inglese di Liverpool e Newcastle.

Gli studiosi hanno monitorato un campione di 28 soggetti abituati a muoversi tutti i giorni (si parla di una media di 10.000 passi al giorno, il minimo da considerare per il mantenimento della salute cardiovascolare) e con un’età media di 32 anni. In tutti i casi, si parlava di persone con un indice di massa corporea rientrante nella norma.

Gli esperti hanno preso in considerazione parametri come la funzionalità cardiovascolare, ma anche la sensibilità all’insulina, il grasso a livello del fegato, l’efficienza cardiorespiratoria e il grasso addominale. Le osservazioni in merito sono state effettuate all’inizio dello studio e a un follow up di 14 giorni, durante i quali i soggetti annoverati nel campione sono stati invitati a diminuire i livelli di attività fisica.

Le conseguenze notate non sono state per nulla positive. Gli studiosi hanno infatti riscontrato una riduzione di quasi il 2% della funzionalità cardiovascolare. Il paramentro in questione è però tornato alla normalità dopo il ripristino, sempre per due settimane, dei precedenti livelli di attività fisica.

Le equipe scientifiche che hanno condotto lo studio hanno avuto modo di notare un’influenza negativa della sedentarietà anche su altri valori, come per esempio la resistenza all’insulina e l’efficienza cardiorespiratoria. Commentando i risultati della ricerca, gli esperti che l’hanno portata avanti hanno sottolineato come nei giovani adulti non obesi l’inattività fisica anche a breve termine comporti un aumento dei segnali di rischio di sviluppo di malattie cardiovascolari.

A loro avviso, le campagne di salute pubblica dovrebbero enfatizzare il pericolo associato ai periodi di inattività anche molto ridotti. Hanno altresì specificato che le persone dovrebbero essere invitate ad aumentare il livello di attività fisica in tutti i modi possibili. Come poco fa ricordato, i canonici 10.000 passi al giorno – da associare a un’alimentazione sana – possono fare molto bene!

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Attività fisica, cosa accade se non ne fai per 14 giorni