Salute è… saper leggere le etichette degli alimenti

Voler mantenere o ritrovare la linea significa anche e prima di tutto aver voglia di sentirsi bene, quindi voler conservare la propria salute. Per questo è fondamentale mantenersi informate. Per quanto riguarda gli acquisti alimentari dovete quindi sapere tutto su:

  • il modo migliore di controllare i prodotti alimentari per avere più qualità
  • le etichette e altri loghi: non è facile orientarsi tra data di scadenza, data preferibile di consumo o etichetta rossa (perché poi è rossa?)
  • i prodotti biologici: perché non basta volerlo per essere bio. È difficile riconoscere un vero prodotto naturale trattato a regola d’arte
  • gli OGM: inevitabili, sono sempre presenti nei dibattiti sull’alimentazione
  • i metodi di conservazione e di condizionatura degli alimenti: imparerete molte cose a questo proposito

Riassumendo: l’epoca degli acquisti sconsiderati è finita.

Una questione di etichette, date e marchi
D’ora in poi non potrete più acquistare un prodotto alimentare, dietetico o meno, senza leggerne attentamente l’etichetta.

C’è scritto sopra
L’etichetta che corrisponde a ogni alimento deve contenere un certo numero di informazioni – non la trovate? Ma sì, guardate bene, è quel pezzettino di carta illeggibile, incollato sul prodotto…

Ecco alcune informazioni importantissime:

  1. La descrizione del prodotto: se si tratta di cioccolato dietetico dev’essere assolutamente precisato
  2. Istruzioni per l’uso: devono essere in italiano
  3. Gli ingredienti del prodotto: purtroppo spesso sono incompleti
  4. Il peso: attenzione a fare bene la differenza tra il peso totale e il peso netto – per esempio, per i prodotti immersi in un succo (50 g di peso netto di litchi per 250 g di peso totale
  5. Il nome della ditta che fabbrica o che confeziona il prodotto, insieme all’indirizzo; è meglio conoscerli per eventuali reclami
  6. Il luogo di provenienza del prodotto: in genere è una garanzia di sicurezza per la sua qualità
  7. Il codice a barre: è formato da una successione di linee e cifre e identifica il prodotto
  8. La famosa data di scadenza: riguarda gli alimenti deperibili come il prosciutto o i latticini (Un consiglio: mentre il responsabile del reparto è girato prendete gli yogurt che stanno in fondo al banco frigorifero per avere una freschezza migliore). Da non confondersi con la data preferibile di consumo che riguarda le conserve e le specialità gastronomiche.

E per i prodotti freschi, come la frutta o il pesce venduto al mercato?
È qui che la regolamentazione è inadempiente, perché sulle etichette si leggono solo la provenienza e la data di spedizione. Quindi tenete sempre d’occhio queste poche importanti informazioni e se non siete sicure piuttosto riponete il prodotto e scegliete qualcosa che vi faccia stare tranquille.

Testo tratto da: "In forma in poche mosse", Morellini Editore

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Salute è… saper leggere le etichette degli alimenti