Rimedi naturali e non per curare le verruche dei vostri bambini

Le verruche sono frequenti tra i bambini e non sono pericolose, tuttavia sono particolarmente fastidiose oltre che inestetiche e per eliminarle si può far ricorso a rimedi naturali e non

Le verruche sono simili a callosità della pelle che in alcuni casi assomigliano a escrescenze e sono causate da un virus della famiglia del Papilloma Virus. Solitamente sono più frequenti tra i bambini che tra gli adulti, ma non provocano dolore a meno che non siano sottoposte a sfregamenti continui, per esempio se si trovano sotto la pianta del piede. Nel tal caso esistono diversi rimedi naturali e non.

Come si trasmettono le verruche? I virus che causano le verruche si trasmettono sia per contatto diretto con la pelle della persona che ne è colpita, sia tramite il contatto con una superficie infetta. Infatti le verruche si presentano spesso sotto la pianta dei piedi e sulle mani, ma possono manifestarsi anche in altre parti del corpo.

Se i vostri bambini frequentano la piscina allora è bene insegnare loro a indossare sempre le ciabattine perché si sa, la piscina è il posto migliore per contrarre virus o batteri. Il virus può trovarsi a bordo piscina, nelle docce etc. e prevenire è meglio che curare. Il contatto con una superficie infetta non causa automaticamente la verruca. Dipende dal sistema immunitario del bambino e da eventuali microtraumi ed escoriazioni che ne facilitano la penetrazione. Dopo l’infezione le verruche possono crescere lentamente. La maggior parte sono inoffensive e scompaiono da sole. Senza alcun trattamento, una verruca può impiegare da 6 mesi a 2 anni per scomparire.

Se una verruca causa dolore e fastidio il medico potrebbe decidere di asportarla con i seguenti rimedi: elettrocoagulazione, ovvero una lieve scossa elettrica che brucia la verruca, altrimenti la terapia laser se la verruca è resiliente. Con la crioterapia la verruca viene congelata dall’azoto liquido. Nei casi più lievi vi sono farmaci con o senza obbligo di ricetta da applicare sulla pelle infetta.

Altrimenti vi sono rimedi omeopatici e naturali, per esempio l’aglio. È sufficiente tritare uno spicchio d’aglio, aggiungere qualche goccia di olio di oliva alla pasta creata e spalmarla sulla verruca. Infine coprire con un cerotto o garza, ripetendo il trattamento ogni giorno fino a che la verruca si staccherà. Altri due rimedi naturali contro le verruche si affidano alle proprietà della buccia di banana – la parte interna – e del succo d’uva fresca. È sufficiente applicare la buccia di banana, bendare la zona e lasciare agire tutta la notte. Il succo d’uva andrebbe invece applicato tre o quattro volte al giorno. Anche l’applicazione dell’aloe vera favorisce il processo di guarigione.

Fonte: DiLei

Rimedi naturali e non per curare le verruche dei vostri bambini