Quando portare mia figlia per la prima volta dal ginecologo?

E' importante che fin da piccole le nostre figlie capiscano che la cura dell'igiene personale e le visite di controllo e prevenzione dal ginecologo sono la base per una vita sana

Il ginecologo è il medico delle donne. Ognuna di noi ci è andata almeno una volta nella vita, alcune in età adulta, altre già dall’adolescenza. Effettuare periodicamente visite di controllo presso il ginecologo è necessario per mantenere sempre una corretta igiene del proprio apparato femminile ed essere sempre in salute. Per questo motivo, è importante che le figlie instaurino fin da piccole un rapporto di stima con il proprio ginecologo e si sentano serene e fiduciose nell’affrontare le visite presso questo specialista.

Cominciamo subito col dire che non esiste un’età giusta per portare la propria figlia dallo ginecologo. Questo perché ogni bambina ha una fisiologia diversa dall’altra e vive la propria sessualità con tempi e modi che dipendono soltanto dal proprio essere. L’ideale sarebbe quello di cominciare le visite dallo specialista quando si inizia ad avere rapporti sessuali completi. Come si può immaginare, l’età varia a seconda della ragazza. In più, spesso, le madri non sono a conoscenza dell’inizio della vita sessuale delle proprie figlie.

Questo significa che le madri devono fare in modo di indirizzare il prima possibile le proprie figlie verso una vita sessuale matura e consapevole. E poiché molte non sanno come e quando iniziare a parlarne, è consigliabile lasciare che il ginecologo lo faccia per loro. L’ideale, infatti, è portare la bambina dallo specialista nel momento in cui diventa fertile, vale a dire alla comparsa del menarca, la prima mestruazione. In questo modo, la ragazza avrà modo di familiarizzare con il medico e ottenere consigli utili alla sua crescita e alla sua maturità sessuale.

Dal momento in cui avviene il primo incontro con il ginecologo, è consigliabile effettuare visite annuali di controllo, in modo da prevenire eventuali irritazioni, infiammazioni oppure infezioni della zona vaginale interna ed esterna, che possono essere causate da una molteplicità di fattori. Inoltre, è bene che le vostre figlie prendano lo specialista come punto di riferimento importante per la loro vita sessuale e si sentano serene nel chiedere consigli, nel cercare informazioni specifiche circa metodi contraccettivi e nel trattare argomenti che non riuscirebbero ad affrontare con le proprie madri. Per far sì che accada, è necessario che le madri instaurino anch’esse un rapporto di stima e di fiducia con lo specialista, che permetta di avere un appoggio e un confronto per superare ed affrontare al meglio fasi delicate della crescita della bambina, come può esserla quella adolescenziale.

Immagini: Depositphotos

Quando portare mia figlia per la prima volta dal ginecologo?