Quali sono i benefici apportati dai mirtilli anti cistite

La cistite è un disturbo femminile davvero fastidioso che riguarda le vie urinarie, numerosi sono i rimedi, ma tra questi spicca uno naturale che riguarda l'utilizzo del mirtillo

La cistite rappresenta un patologia di carattere infiammatorio che interessa le vie urinarie, colpisce in particolar modo le donne, che presentano un uretra molto corta e sono prive di secrezioni prodotte dalla prostata. In particolar modo la mucosa della vescica viene infettata da microrganismi patogeni e da batteri. In particolar modo, il batterio responsabile di tutto ciò è il colibacillo. Questa patologia si manifesta con dei bruciori concentrati nella parte del basso ventre, inoltre si avverte continuamente la necessità di urinare, con un ridotto volume di minzione espulsa rispetto alla norma. Dei campanelli di allarmi, possono essere rappresentati da piccole perdite di sangue, accompagnate da pochi decimi di febbre. Contro questa infiammazione è possibile agire usando delle proprietà benefiche presenti all’interno del mirtillo rosso, conosciuto come uno dei rimedi naturali per combattere la cistite. Fate bene attenzione però a non sottovalutare l’ infezione perché con il tempo potrebbe aggravarsi.

Il mirtillo può essere un ottimo rimedio naturale per combattere la cistite e risulta essere molto utile per trattare le aggressioni batteriche che comportano l’insorgenza di tale infezione. L’azione importante è quella svolta dagli antociani e i flavonoidi presenti in grandi concentrazioni in questi frutto, specie nel mirtillo rosso. Potrete sfruttare i benefici di questo frutto consumandolo direttamente oppure sfruttandolo come tisana o infuso. E’ davvero molto semplice preparare un infuso, innanzitutto portate ad ebollizione un pentolino con l’acqua, dopo di che aggiungete circa 20 grammi di foglie di mirtillo rosso e lasciate ad infusione per circa un quarto d’ora. Dopodiché filtrate e consumate dopo averlo fatto raffreddare un po’ evitando di ustionarvi! In caso contrario, potrete utilizzare il succo di mirtillo, facendo molta attenzione che sia solo ed esclusivamente succo puro, senza l’aggiunta di conservati e zuccheri. Meglio ancora se biologico.

Inoltre il mirtillo può essere assunto anche sotto forma di compresse, all’incirca due, tre compresse al giorno possibilmente lontano dai pasti. In commercio sono presenti molte compresse, di diverse marche e tipologie, per tal motivo prima di assumerle è bene sempre rivolgersi ad un medico che vi consiglierà il prodotto migliore adatto alle vostre esigenze e al vostro problema. Per avere una maggiore efficacia, molto spesso viene consigliato di abbinare il mirtillo rosso ai pro-biotici.

Immagini: Depositphotos

Quali sono i benefici apportati dai mirtilli anti cistite