PROMO

Quale cuscino usare per la cervicale?

Gran parte dei dolori che avvertiamo al mattino possono dipendere da una postura scorretta che assumiamo di notte. Un cuscino cervicale può aiutare a correggerla

Passando tutto il giorno seduti su una sedia e chinati su uno smartphone e la notte sdraiati su un materasso sbagliato e abbracciati a un cuscino qualunque, allora non ci si deve sorprendere se ci si risveglia pieni di dolori.

Mal di testa, dolore al collo e alle spalle, ma anche vertigini, mal di schiena e nausea. Questi alcuni dei dolori più comuni di cui soffrono gli italiani, tanto al risveglio quanto nel corso della giornata. E nella gran parte dei casi tutto dipende dalla postura errata che assumiamo, in maniera particolare di notte. Il fatto è che ad ogni posizione potrebbe corrispondere un diverso dolore o disturbo. Può un cuscino cervicale risolvere il problema? Sì, ma deve essere “quello giusto”.

Il cuscino cervicale: perché è importante per un buon sonno

Il tratto cervicale è molto sensibile e delicato. La sua struttura è interessata dalle numerose terminazioni nervose che collegano testa e corpo. Questa zona tende spesso ad assumere posizioni innaturali per compensare delle posture sbagliate. Succede, ad esempio, quando guidiamo, quando passiamo tante ore al pc o quando dormiamo: le vertebre cervicali vengono compresse, si irrigidiscono ed ecco che il dolore ci coglie… tra capo e collo (nel senso letterale dell’espressione).

Chi ha articolazioni sane dovrebbe avere la giusta elasticità muscolare e articolare per dormire bene in qualsiasi posizione e condizione. È anche vero, però, che il letto resta lo stesso per molti anni, così come le nostre abitudini. È chiaro, quindi, che anche un soggetto sano, alla lunga, con una posizione errata ricorrente, può sovraccaricare la zona cervicale ed avere problemi più o meno gravi.

Dimensioni, altezza, consistenza e materiali del cuscino cervicale

Scegliere un cuscino ergonomico può essere il primo passo per dormire sonni tranquilli. Per individuare il cuscino cervicale con la forma più adatta alle proprie esigenze bisogna tenere conto, non solo della posizione tenuta durante il sonno, ma anche delle proprie particolari caratteristiche fisiche. Chi dorme sulla schiena o su un fianco avrà bisogno di un cuscino che possa dare maggiore sostegno alla zona cervicale e allineare la colonna vertebrale.

Guardando nel catalogo Tempur, azienda danese tra i leader nel settore dei cuscini e dei materassi in memory foam, non si avranno difficoltà a trovare un cuscino cervicale Tempur adatto alle proprie esigenze. Sarà possibile scegliere tra guanciali ergonomici che alleviano la pressione sul tratto cervicale, quelli progettati per chi dorme su un fianco e il cuscino per chi dorme sulla pancia. Insomma, ad ogni posizione il suo cuscino ideale.

Il memory foam: creato dalla NASA per un comfort spaziale

Il cuscino in memory foam è tra i più utilizzati per sostenere e alleviare la pressione sul tratto cervicale e favorire il normale flusso della circolazione, evitando indolenzimenti e contratture. Sviluppato dalla NASA alla fine degli Anni ‘60, per proteggere gli astronauti in fase di decollo, ha come caratteristica principale quella di attutire la pressione e saper tornare lentamente alla sua forma originale.

Fu nei primi anni ‘80 che la NASA rese il “memory foam” un’innovazione di dominio pubblico. Alcune aziende ne intuirono le potenzialità e, nonostante le difficoltà di produzione e lavorazione, decisero di investirci su risorse economiche e umane. Tra queste c’era anche Tempur, che oggi produce materassi e cuscini in materiale Tempur, investendo ogni anno nel perfezionamento della formula del Memory foam.

Buona notte: con un buon cuscino cervicale e delle buone abitudini!

Anche la generale qualità del sonno fa la sua parte. Se abbiamo problemi ad addormentarci, dormiamo poco o ci svegliamo spesso durante la notte, il corpo non riesce a recuperare come dovrebbe. Questo mancato recupero può avere molte conseguenze negative, cha vanno dall’insorgere delle rughe al dolore cervicale.

Per evitare che ciò avvenga è sempre bene:

  • Seguire un’alimentazione sana e regolare
  • Evitare troppi stimoli prima di dormire (tablet e smartphone tra tutti)
  • Cercare di anticipare l’orario in cui si va letto
  • Evitare lo sport nel tardo pomeriggio
  • Non mangiare dopo le 21.00

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Quale cuscino usare per la cervicale?