Qualche chilo in più allunga la vita

Da grasso è bello a grasso è sano? Magari! Non è proprio così, ma ecco qualche novità all’orizzonte.
Per le donne disperate dalle forme troppo straripanti e i super maschi ossessionati dalla inestetica pancetta, è arrivato per tutti il momento della rivalsa. Stop alle diete da fame, agli sguardi di invidia per corpi snelli e atletici, ai trucchi per perdere peso, sembra che un leggero sovrappeso sia l‘ideale, perché può regalare una vita più lunga.

Uno studio condotto dalla dott.ssa Katherine Flegal – scienziata ed epidemiologa americana del National centre for health statistics – del Centro per il controllo delle malattie e la prevenzione del Maryland, negli Stati Uniti, ha evidenziato che  essere un po’  in sovrappeso protegge il cuore, aiuta durante i periodi di malattia e abbassa il rischio di morte prematuta.

Tutto si gioca sul BMI, l’indice di massa corporea che indica il rapporto tra il peso e l’altezza.
Per essere normopeso bisogna stare tra i valori 18,5 e 24,9 ma i ricercatori hanno rilevato che avere un BMI tra il 25 e il 29,9 quindi più alto del normale – ma senza arrivare ai livelli di obesità gravi – riduce dal 6 al 7 % il rischio di morte prematura.

Una nuova scoperta che per ora viene chiamata “paradosso dell’obesità”, perché sembra andare contro ogni consiglio di dietologi e nutrizionisti!

Uno studio forse ancora da dimostrare del tutto in cui sono stati però analizzati ben 97 studi condotti in tutto il mondo e dedicati all’argomento per un totale di circa 3 milioni persone coinvolte.

Speriamo la ricerca abbia buoni fondamenti, questo porterebbe gli umani ad accettarsi anche con 10 kg in più. E addirittura il mondo della moda potrebbe modificare i canoni della bellezza, sempre più evanescenti, eterei e pericolosi.

 

Qualche chilo in più allunga la vita