Pubalgia: quali sono i rimedi?

La pubalgia è un dolore al basso ventre, molto fastidioso ma ci sono vari rimedi per alleviarlo

Anche se la gravidanza è il periodo più bello che una donna possa vivere, portando in grembo il proprio bambino, alcune volte e in alcune donne si presentano dei fastidiosi doloretti, che affliggono per tutti i nove mesi la futura mamma.
La pubalgia, un dolore al basso ventre molto fastidioso, è uno di questi.
Esso è determinato dai mutamenti ormonali che avvengono in gravidanza, in particolare dalla relaxina, l’ormone che serve a far dilatare il bacino della mamma in previsione del parto e per fare spazio al bambino che cresce nel ventre. Altre cause sono, l’aumento del peso durante i nove mesi di gravidanza e la postura.

La pubalgia viene anche denominata Diastasi della Sinfisi Pubica o DSP. Questo dolore intenso si estende dalla zona del pube alla schiena, nella zona sacro-iliaca ed è così forte che impedisce, alla futura mamma, di girarsi nel letto, di alzare le gambe, di uscire dall’auto o di infilarsi i pantaloni. Questi dolori, sono presenti già alla palpazione del ventre e sono così forti perché la crescita del bambino porta ad un disallineamento delle ossa del bacino, i tendini si allungano. Inoltre anche la postura scorretta, che si assume soprattutto negli ultimi tre mesi di gravidanza a causa del peso, porta alla pubalgia.

Non tutte le donne soffrono di questo dolore pelvico ed esso va via subito dopo il parto, perché le ossa del bacino tornano a posto naturalmente, una volta nato il bambino.
Alleviare questi dolori, è possibile e semplice. Per prima cosa, bisogna cercare di fare attenzione al peso, cercando di aumentare un chilo al mese, poi bisogna fare attività fisica, il nuoto o la ginnastica in acqua sono perfetti e fanno bene sia alla mamma che al bambino. Inoltre, cercare di dormire su un fianco, con un cuscino tra le gambe aiuterà a non avere dolori molto forti a letto, perché divaricando un po’ le gambe si avrà una posizione più equilibrata, infilarsi i pantaloni da seduta o entrare in macchina con le gambe unite ed evitare, se possibile, di salire le scale mitigherà il dolore pubico.

Questi sono tutti piccoli accorgimenti che aiuteranno a sopportare la pubalgia, anche perché in gravidanza è meglio non prendere farmaci. Inoltre il ginecologo di fiducia, darà altri consigli in merito. A volte basta consultare un osteopata per correggere la postura e alleviare la pubalgia. Il riposo è fondamentale, perché distendendo i muscoli si allevierà il dolore.

Immagini: Depositphotos

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Pubalgia: quali sono i rimedi?