Psoriasi: sintomi, le cause e i rimedi

La psoriasi è una malattia cronica della pelle. Non è contagiosa ed è caratterizzata da macchie rosse, ricoperte di squame biancastre e secche

La psoriasi è una dermatite cronica che può insorgere a qualsiasi età ed è difficile che si guarisca completamente, anche se ci sono periodi in cui è più presente e altri in cui regredisce e ci sono meno chiazze. Può colpire qualsiasi parte del corpo, anche se di solito le zone più colpite sono le ginocchia, i gomiti, le mani, i piedi e il cuoio capelluto. Le chiazze della psoriasi possono variare per forma, dimensione e colore, a seconda di dove sono posizionate. Questa malattia non è assolutamente contagiosa, essa è, più che altro, un problema estetico, però molto stressante. Infatti, chi ne soffre, a causa delle placche eritematose, tende a vergognarsi.

Le più comuni varianti cliniche sono rappresentate dalla forma guttata (che si presenta con piccole macchioline rosa) e dalla forma a placche (in questo caso le lesioni sono rosse alla base e ricoperte di scaglie grigiastre di pelle).

La psoriasi porta come conseguenza un forte prurito e la desquamazione delle placche, che genera nervosismo e depressione. Ancora oggi, le cause di questa patologia sono sconosciute. Lo stress, alcuni farmaci, le infezioni, la secchezza della pelle, il clima possono essere fattori scatenanti, anche se non si esclude una predisposizione genetica, in quanto questo tipo di malattia ha una certa ereditarietà, perché colpisce più persone in ambito familiare. Negli ultimi anni si sta studiando intensamente la predisposizione genetica alla malattia, per comprenderla meglio e sviluppare farmaci più efficaci.

La psoriasi viene curata con creme e pomate, applicate localmente, però nessuna di queste funziona al 100%. E’ difficile che essa scompaia definitivamente, anche se ci sono periodi di recrudescenza, in cui ci si riempie di chiazze e periodi in cui si sta meglio. Di solito il clima estivo e l’esposizione al sole migliorano le condizioni della malattia, facendo regredire in parte le chiazze. Il mare fa anche molto bene, però bisogna fare molta attenzione e seguire le regole base per non farsi rovinare dai raggi solari.

Il sole infatti non devono colpire direttamente la cute ammalata e soprattutto bisogna esporsi utilizzando la crema solare. Chi è ammalato di psoriasi può avere una vita normale, anche se molte volte si prova rabbia, in quanto le placche sono molto antiestetiche. Per ovviare a questo, bisogna tenere ben idratata la pelle, mettendo delle creme emollienti e idratanti, per evitare che essa si secchi e squami. I farmaci cortisonici limitano l’infiammazione, altri come l’acido acetilsalicilico e il catrame tolgono le squame.

Ogni tanto bisogna cambiare terapia, perché la pelle colpita può sviluppare resistenza ai farmaci che diventano così inefficaci. Affidarsi a un dermatologo di fiducia e farsi seguire periodicamente è la soluzione migliore per combattere questa malattia.

Psoriasi: sintomi, le cause e i rimedi