Proteggete la vostra pelle

Se la quantità di antiossidanti presenti nel vostro organismo non è sufficiente, le cellule non sono protette dai radicali liberi che attaccano il collagene della pelle. Questa perderà progressivamente la propria elasticità e vi ritroverete piene di rughe come una vecchia prugna. Quindi, per evitare le "botte di vecchiaia", inserite vitamine e minerali nel menù.
Di fronte ad aggressori organizzati e pericolosi come i radicali liberi, mettete in campo ogni risorsa a disposizione per neutralizzarne l’effetto:
 

  • La vitamina A (o retinolo) : è la vitamina dell’occhio; la sua carenza è la prima causa al mondo di cecità infantile. Interviene anche nella crescita, nello sviluppo e nella protezione della pelle. Fa parte delle tre vitamine dalle virtù antiossidanti e aiuta a prevenire cancro e malattie cardiovascolari. Inoltre, interviene per ritardare, e ridurre, i sintomi dell’invecchiamento. Tenete presente che le fumatrici hanno un tasso di vitamina A o betacarotene molto più basso delle non fumatrici, il che compromette il loro sistema immunitario e potrebbe favorire la comparsa di tumori. Se non riuscite a smettere di fumare e a moderare gli alcolici, puntate sulla frutta e la verdura!

    Dove si trova: negli alimenti di origine animale (ma anche nei vegetali, sotto forma di betacarotene o provitamina A, che in presenza di grassi si trasforma in vitamina A): fegato degli animali (bue, coniglio, maiale, vitello ), oli di fegato di pesce (come il merluzzo), latticini (burro, crema, latte intero, yogurt ) e formaggi grassi (emmental, gorgonzola), tuorlo d’uovo.
     

  • Betacarotene: presente soprattutto nei vegetali: pomodoro, albicocca, broccoli, carota, sedano, cavolo, zucca, spinaci, cocomero, insalata verde, lenticchie, mango, melone, mora, mirtillo, arancia, pompelmo rosa, papaia, patata dolce, pesca gialla, prezzemolo, peperoncino rosso, peperoni gialli e rossi, ecc.
     
  • Licopene: è una varietà di carotenoide, ed è fornito soprattutto dal pomodoro e dai suoi derivati (passata, concentrato) nonché da papaia, cocomero, pompelmo rosa. Il licopene riveste un ruolo essenziale nella lotta ai radicali liberi, perché è più potente del betacarotene. Per essere pienamente efficace, ha bisogno di grassi: questo spiega perché la salsa di pomodoro cotta in padella è più protettiva del pomodoro crudo: noi italiani abbiamo davvero capito tutto!
     
  • La vitamina C: agisce a livello del plasma sanguigno per intrappolare la massima quantità possibile di radicali liberi. È il pronto soccorso degli antiossidanti, la prima ad accorrere con il suo compagno glutatione, un importantissimo antiossidante. Morale: se non consumate abbastanza vitamina C, il sistema di difesa mostra segni di debolezza. Quando la vostra prima linea di difesa viene sfondata, i radicali liberi attaccano ed è la vitamina E a prendere il testimone, in modo complementare alla vitamina C, il cui compito consiste nel restaurare la vitamina E così consumata. La vitamina C diminuirebbe anche i rischi di cancro ai polmoni e allo stomaco. Interviene anche nella formazione del collagene, composto che dona resistenza ed elasticità alla pelle.

    Dove si trova: Per un apporto adeguato di vitamina C, consumate ogni giorno almeno uno dei frutti seguenti, a scelta: un kiwi, un’arancia o due clementine, un pompelmo, un mango, 125 g di fragole o un bicchiere di spremuta fresca di agrumi. Le altre fonti di vitamina C sono: il ribes, il limone, la mela, la pera e tutta la frutta rossa, gli ortaggi verdi come il sedano, il cavolo, gli spinaci, il dragoncello e l’acetosella. E anche la patata, le frattaglie, il pomodoro e l’insalata.
     

  • La vitamina E: è indispensabile alle funzioni riproduttive, migliora il rendimento degli atleti e stimola la vitalità sessuale in associazione con il selenio e lo zinco. È un potente antiossidante (la sua potenza d’azione è tre volte superiore a quella delle altre vitamine), che aiuta a rigenerare le cellule e preserva i lipidi costitutivi delle loro membrane. È stata dimostrata la sua attività di protezione in caso di aggressioni ossidanti da parte dell’inquinamento atmosferico e delle sigarette.

    Dove si trova: la vitamina E è fornita da alimenti di origine animale e vegetale. È presente soprattutto in burro, margarina, cereali integrali, formaggi grassi e latticini, olio di semi di girasole, ma anche, benché in concentrazione minore, nell’olio di oliva, di mais e di colza. La troverete anche nelle piante oleaginose (mandorle, nocciole, noce di cocco, pistacchi ), nel germe di grano e in alcune verdure (asparago, avocado, soia, pomodoro ), oltre che nel pesce grasso.
     

  • La vitamina delle donne: mancate sicuramente di vitamina B6 se prendete la pillola, se siete soggette a sindrome premestruale, in siete incinte, se soffrite di ansia, o ancora se tendete a bere spesso alcolici o state passando un periodo difficile.
    Per rimediare:
    – prendete un integratore in compresse a base di B1, B2, B6, B9, B12, C e carotenoidi, magnesio e zinco. Lo trovate in farmacia;
    – inserite nella vostra dieta germe di grano, riso integrale, sardine, sgombro, tonno, salmone, pollo, fegato di vitello, lenticchie e banane.

 Tratto da "I segreti dell’eterna giovinezza", Marie Belouze-Storm, Morellini Editore

Fonte:

Proteggete la vostra pelle