Dormire poco e male altera il nostro Dna

Da uno studio inglese dell'Università del Surrey: poco sonno sconvolge l'equilibrio fisico umano e modifica oltre 700 geni

Dormire fa bene. Da sempre i genitori ripetono questo tormentone ai figli che fanno le ore piccole in discoteca o restano svegli tutta la notte davanti alla Tv o al computer, invece di dormire le sacrosante e raccomandate otto ore per notte.

Perché il riposo migliora l’umore, tiene la mente lucida, allontana ansia e stress e sono numerosi gli studi scientifici che continuano a confermare gli effetti benefici del sonno.

Ora un recente studio inglese, dell’Università del Surrey – pubblicata sulla rivista ‘Pnas’ – ha evidenziato qualcosa in più:  la carenza di sonno prolungata, può alterare il nostro DNA modificando più di 700 geni, oltre ad aumentare il rischio di diabete, obesità e problemi neurologici.
L’esperimento è stato condotto su 26 volontari, tenuti sotto controllo per una settimana, una parte ha dormito in maniera ottimale fino 10 ore a notte, un altro gruppo è stato sottoposto a ritmi di scarso riposo. Dopo sono state effettuate le analisi del Dna, i risultati hanno evidenziato l’alterazione di 700 geni, che per mancanza di sonno erana diventati più attivi del normale, sconvolgendo l’equilibrio fisico.

Le attività maggiormente scombussolate sono risultate quelle deputate al controllo del metabolismo, delle difese immunitarie, dei livelli di stress e delle capacità di apprendimento. Ovviamente le persone che si sono riposate 10 ore a notte hanno mantenuto livelli di apprendimento costanti.

L’autore della ricerca, Colin Smith, ha dichiarato : “abbiamo notato un cambiamento drammatico in molti tipi di geni. E molte persone dormono anche meno di quelle coinvolte nella ricerca”.

Dormire poco influenza anche il nostro orologio biologico, quello che regola i cicli sonno-veglia, e dai risultati dello studio emerge un circolo vizioso: meno si dorme e meno si riesce a dormire, inceppando un meccanismo che funziona perfettamente, invece, in chi riesce a trascorrere una tranquilla notte di sonno.

A volte questi studi sembrano richiamare antichi detti popolari, come l’assennato adagio tante volte declamato dalle nostre nonne, deputate al sonno dei nipotini: “Sonno chiama sonno”.

 

Dormire poco e male altera il nostro Dna