Perché il coniglietto non mangia?

Il blocco intestinale nei conigli è molto frequente e, purtroppo, è molto spesso la principale causa di morte di questi animali domestici

La costipazione gastrointestinale del coniglio appare innanzitutto come mancanza di appetito da parte dell’animale. Molto spesso è solo un rallentamento della funzione intestinale, che può riprendere dopo poche ore, a seguito di somministrazione di antidolorifici. In questi casi si noterà subito che il coniglio non sarà più apatico e che avrà riacquistato la voglia di mangiare. Nel caso però entro due-tre ore dall’assunzione del medicinale non dovesse tornare attivo, bisognerà ricorrere subito all’aiuto del veterinario, in quanto un blocco gastrointestinale spesso si rivela mortale.

Il coniglio ha un sistema digerente molto particolare: deve sempre mangiare, per poter avere sempre pieno lo stomaco e quindi mantenere attivo l’apparato gastrointestinale. É pericolosissimo per un coniglio rimanere a digiuno, andrebbe incontro a morte certa molto rapidamente. La conseguenza di ciò è, appunto, un blocco gastrointestinale. Nello specifico esistono due tipi diversi di questa problematica.

Per quanto riguarda la prima tipologia, a seguito del blocco il cibo rimane troppo a lungo nello stomaco del coniglio, diventando secco e asciutto prima, per poi trasformarsi in una massa dura, individuabile con la palpazione dell’addome. Il secondo caso si verifica invece quando il cibo comincia a fermentare nello stomaco, producendo gas che si andranno poi a diffondere nello stomaco stesso e nell’intestino. Questi saranno responsabili di coliche molto dolorose che impediranno al coniglio di mangiare. A seguito di ciò, l’animale non si libererà più delle feci, accumulando nell’organismo batteri tossici.

Un caso più raro, ma comunque non escludibile a priori, è quello legato all’ostruzione intestinale. Questa può essere causata dall’ingerimento di alcuni materiali come plastica, metalli, carta o da palle di pelo (tricobezoari) che ostruiscono il canale intestinale. In questo caso la soluzione più utilizzata è quella chirurgica anche se il coniglio spesso fatica a superare l’intervento.

Le cause principali di tali disturbo sono un’alimentazione povera di fibre in cui invece abbondano gli zuccheri, scarso movimento dell’animale, stress dovuti ad operazioni chirurgiche o a cambio di abitazione, sbalzi di temperatura, presenza di oggetti dannosi nella gabbia quali piccoli giochi in plastica.

Immagini: Depositphotos

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Perché il coniglietto non mangia?