Patatine fritte, cosa rischi se ne mangi troppe

Cosa succede alle patatine fritte quando ne mangi troppe? Ecco cosa accade nel nostro organismo (e i rischi)

Gustose e sfiziose, la patatine fritte sono un peccato di gola che in tanti amano concedersi: ma cosa rischi se ne mangi troppe?

Numerosi studi scientifici si sono occupati di questo tema, arrivando a conclusioni decisamente sconcertanti. Sotto accusa sono soprattutto le patatine fritte surgelate, pronte per essere gustate, fragranti e deliziose, ma terribilmente pericolose. Lo svela uno studio dell’American Chemical Society che già in passato ha messo sotto accusa questo prodotto che non solo aumenterebbe il rischio di cancro, ma creerebbe anche dipendenza.

A rendere pericolose le patatine fritte surgelate sarebbe il doppio processo di cottura, che porterebbe alla formazione di sostanze cancerogene, in particolare l’acrilamide, sostanza tossica messa spesso sotto accusa dagli esperti. La situazione non migliora per quanto riguarda le patatine fritte preparate in casa che, se risultano leggermente più sane delle precedenti, sono comunque dannose per la salute.

Mangiare troppe patatine fritte, lo svela uno studio apparso sull’American Journal of Clinical Nutrition, aumenta il rischio di mortalità, soprattutto se lo facciamo più di due volte a settimana. Qual è la soluzione allora? Non mangiare mai le patatine fritte sarebbe la scelta giusta, ma spesso è difficile rinunciare ad un cibo così sfizioso ed invitante, anche se siamo consapevoli che fa male.

Su questo punto gli scienziati hanno individuato la porzione ideale di patatine fritte per preservare la salute, non ingrassare e godersi la vita. Eric Rimm, esperto nutrizionista dell’Università di Harvard, intervistato dal New York Times ha rivelato qual è la quantità giusta di patatine fritte che si possono mangiare per non nuocere alla salute.

Quando assumiamo questo alimento, gli amidi si trasformano in zuccheri ed entrano in circolo nel sangue molto velocemente. Il consiglio dello studioso è di consumare un’insalata, accompagnata da una porzione massima di sei patatine. Assumendo solamente questo quantitativo è possibile godersi la bontà delle patatine fritte, ma senza fare i conti con gli effetti collaterali (pericolosissimi) per la salute.

Patatine fritte, cosa rischi se ne mangi troppe