Ora legale, effetti collaterali sul sonno e la dieta serale di Coldiretti

Col cambio dell'ora, è possibile avere difficoltà ad addormentarsi e soffrire di disturbi dell'umore: ecco come combatterli a tavola

Nella notte tra il 30 e il 31 marzo scatta l’ora legale, che rimarrà in vigore sino al prossimo 27 ottobre e che – per qualcuno – porterà con sé qualche spiacevole conseguenza. Secondo una ricerca condotta da Coldiretti, un italiano su cinque ha difficoltà a dormire bene, ed ecco che diventa molto importante attutire il passaggio dell’ora solare a quella legale. Come? Scegliendo i giusti alimenti da portare in tavola.

Per combattere il “jet lag” che il cambiamento porta con sé, i cibi da prediligere sono: lattuga, radicchio, aglio, formaggi freschi, pane, pasta, riso, uova sode, latte caldo, frutta dolce. In questo modo, si combatte il rischio di soffrire d’ansia, nervosismo, malumore e tensione muscolare. Del resto, l’alimentazione è importantissima per i piccoli disturbi quotidiani e anche per il sonno: addormentarsi a digiuno o – al contrario – dopo una cena eccessivamente pesante, è decisamente complicato.

Ci sono alimenti che, i problemi del sonno, li accentuano: sono il caffè, il tè, il cacao, il cioccolato, i superalcolici. Ma anche alimenti molto salati o conditi con spezie come il curry, il pepe o la paprika. Altri, invece, sono un toccasana in quanto aiutano a rilassarsi e non appesantiscono la digestione: pasta, riso, orzo e pane sono ricchi di triptofano, un aminoacido che stimola la seratonina (indispensabile per il rilassamento). Come loro, anche le uova (non fritte!), i legumi, i formaggi freschi, o una bella tazza di latte caldo subito prima di mettersi a letto. Anche la frutta di stagione, quella zuccherina, stimola la produzione di seratonina e non dovrebbe dunque mai mancare.

E le verdure? La migliore in assoluto è la lattuga, seguita da radicchio rosso, aglio, zucca, rape e cavoli: le loro proprietà sedative conciliano il sonno, ed ecco che addormentarsi diventa più semplice. Via libera anche alla classica camomilla, ma con un’accortezza che non tutti conoscono: se lasciata in infusione per più di due minuti, si rischia l’effetto contrario.

Ovviamente, si tratta di piccoli accorgimenti utili per combattere il passaggio dall’ora solare all’ora legale, e per combattere i leggeri disturbi del sonno: per chi soffre di insonnia, l’alimentazione è solo il primo passettino.

Ora legale, effetti collaterali sul sonno e la dieta serale di Co...