Olio 31: cos’è, a cosa serve e utilizzi

L’olio 31 è un prodotto naturale dai mille usi, utile contro tosse e raffreddore, dolori muscolari, infiammazioni della pelle e molto altro

Tatiana Maselli Erborista e Editor specializzata in Salute&Benessere Laureata in Scienze e Tecnologie Erboristiche, ambientalista e appassionata di alimentazione sana, cosmesi naturale e oli essenziali, scrive per il web dal 2013.

Cos’è

L’olio 31 è un olio dai mille usi, preparato con oli essenziali ed erbe in olio vegetale. La ricetta originale dell’olio 31 è svizzera e prevede l’uso di trentuno estratti diversi. Sebbene le varie marche di olio 31 presenti in commercio differiscano leggermente per la scelta delle essenze, generalmente questo olio contiene oli essenziali di eucalipto, pino, timo, salvia, rosmarino, basilico, lavanda, malaleuca o Tea tree oil, finocchio, cannella, noce moscata, anice, cumino, limone e arancio dolce. L’insieme degli oli essenziali conferisce all’olio 31 proprietà terapeutiche. In particolare, l’olio 31 è noto per le suo utilizzo come:

  • antinfiammatorio
  • antidolorifico
  • antispasmodico
  • antibatterico
  • antimicotico
  • antivirale
  • balsamico
  • espettorante
  • mucolitico
  • lenitivo
  • rilassante

Per le sue numerose proprietà, l’utilizzo dell’olio 31 è indicato per il trattamento di numerosi disturbi a carico dell’apparato respiratorio e digestivo e per combattere infezioni e irritazioni della pelle e delle mucose.

A cosa serve

Grazie alla sinergia delle essenze che contiene, l’olio 31 è un valido alleato contro diversi problemi di salute e disturbi. Ad esempio, l’azione balsamica, espettorante, mucolitica e antinfiammatoria dell’olio 31 serve a liberare le vie aeree e trovare sollievo in caso di affezioni alle vie aeree superiori che si manifestano con tosse, mal di gola, raffreddore e naso chiuso.

Si tratta poi un ottimo rimedio naturale antisettico e lenitivo utile per infezioni a carico delle mucose e della pelle. L’olio 31 è perfetto per trattate gengive infiammate, stomatiti, afte e alitosi ma anche per combattere l’eccesso di sebo cutaneo, la forfora, la dermatite seborroica e per curare brufoli, follicolite, herpes, micosi delle unghie e infezioni vaginali causate dalla Candida albicans.

Le proprietà antispasmodiche, rendono indicato l’uso dell’olio 31 anche in caso di problemi digestivi, coliche e gonfiore addominale. L’olio 31, per via della sua azione rilassante e antidolorifica, è utile anche per combattere dolori muscolari e articolari, reumatismi, mal di testa, cervicale, mal di schiena e dolori mestruali.

Come usarlo

Per godere dei benefici dell’olio 31 bastano poche gocce di prodotto da utilizzare esternamente o per inalazione, puro o disperso in acqua. L’olio 31 può ad esempio essere massaggiato sul petto o sulla schiena in caso di raffreddore o se ne possono versare alcune gocce su un fazzoletto o sulla federa del cuscino, per aiutare a liberare il naso e respirare meglio, soprattutto la notte. Contro la tosse e il mal di gola bastano invece due o tre gocce in mezzo bicchiere di acqua da usare per i gargarismi; in alternativa lo si può utilizzare per aerosol e suffumigi.

Contro i dolori muscolari e articolari, mal di schiena, cervicale, contusioni e strappi si può massaggiare direttamente sulle zone da trattare oppure aggiungere all’acqua della vasca per bagni rilassanti. Allo stesso modo, per avere sollievo in caso di dolori mestruali, digestione difficile e pancia gonfia è sufficiente massaggiarne poche gocce sull’addome quando si presentano i dolori. Se si soffre di mal di testa, ne basta una goccia sulle tempie, sulla fronte e sul collo.

Applicazioni locali con olio 31 si effettuano anche per trattare l’herpes, le micosi della pelle, i foruncoli causati da acne e follicolite, le punture di zanzara e di altri insetti e le irritazioni cutanee che causano arrossamento e prurito: in tutti questi casi è sufficiente massaggiare l’area con una goccia di olio 31, anche più volte al giorno. Anche la dermatite seborroica, la forfora e l’eccesso di sebo possono essere trattati con olio 31, massaggiandone alcune gocce sul cuoio capelluto, sul viso o su altre parti del corpo.

Per l’igiene della bocca basta aggiungere due gocce di olio 31 a mezzo bicchiere di acqua tiepida per effettuare risciacqui. Usato quotidianamente aiuta a prevenire alitosi e carie, ma è un rimedio utile anche in caso di irritazioni gengivali e afte.

Per il benessere dei piedi si possono aggiungere alcune gocce di olio 31 a un cucchiaio di bicarbonato di sodio da mescolare all’acqua dei pediluvi per prevenire o trattare gonfiore a piedi e caviglie, micosi, verruche e cattivi odori. Usato per l’igiene intima, invece, l’olio 31 aiuta ad alleviare i sintomi di infiammazioni e infezioni vaginali che causano prurito, arrossamento e secrezioni.

Controindicazioni

L’olio 31 è un rimedio naturale sicuro che normalmente non presenta particolari effetti collaterali. Il suo utilizzo va ovviamente evitato in presenza di allergie e sensibilità verso uno o più componenti della formulazione. Inoltre, dato il contenuto di numerosi oli essenziali, l’uso dell’olio 31 è sconsigliato in gravidanza, durante l’allattamento e sui bambini con meno di dodici anni. Meglio non utilizzarlo prima di esporsi al sole poiché alcune ricette di olio 31 possono contenere essenze foto sensibilizzanti che reagendo con i raggi solari potrebbero causare scottature e macchie scure sulla pelle.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Olio 31: cos’è, a cosa serve e utilizzi