Bagno in mare, sì dopo mangiato. I pericoli mortali sono altri

I consigli dell'esperto per evitare di trovarsi in situazioni di pericolo in vacanza

Tra le varie e molto importanti precauzioni dell’estate, dall’uso dei solari all’evitare di esporsi al Sole nelle ore più calde, c’è il divieto di fare il bagno subito dopo mangiato. Una probizione che, però, è del tutto inutile come spiega in un’intervista al Tgcom24 il pediatra Alberto Ferrando che è anche istruttore di rianimazione cardiopolmonare.

Stando all’esperto si tratta di un falso mito tutto italiano, poiché negli altri Paesi questo non accade. “Non esiste un’esigenza scientifica che prescriva di aspettare prima di fare il bagno”. Naturalmente, ci sono degli accorgimenti da tener presente. Non bisogna fare grandi abbuffate e soprattutto si devono evitare alcolici che sono molto più pericolosi del cibo. “La cosa più importante è che l’immersione in acqua sia graduale. Bisogna evitare i tuffi da accaldati, non tanto per il rischio di congestione ma più per quello di sincope”.  Immergersi troppo velocemente, potrebbe provocare uno choc termico con conseguente svenimento in acqua.

Il dottor Ferrando elenca poi le 8 cause più frequenti di morte in acqua:
– La presenza di una piscina privata in una casa dove ci sono bambini fra 1 a 4 anni.
– Non aver imparato a nuotare
– La mancanza di barriere che impediscano ai bambini di accedere alla piscina
– La mancanza di supervisione costante sui bambini nei luoghi a rischio
– Per i ragazzi al di sopra dei 15 anni, invece, l’annegamento è più probabile in acque di fiume, mare o lago, a causa di   comportamenti incauti (fare il bagno in condizioni climatiche avverse (coll’acqua agitata ec.), andare troppo al largo e stancarsi eccessivamente nuotando ecc.)
– Il mancato uso di giubbotti di salvataggio sulle imbarcazioni
– L’uso di alcol. A questo proposito, i ragazzi italiani cominciano ad essere sempre più consumatori problematici di questa sostanza!
– La presenza di epilessia o disturbi neurologici analoghi.

Quindi, in vacanza è bene attenersi ai consigli dell’esperto, oltre che a proteggersi da una fauna insidiosa come le zanzare tigre e le meduse.

Bagno in mare, sì dopo mangiato. I pericoli mortali sono altri